13 febbraio 2013 redazione@ciociaria24.net

Enzo Di Stefano Presidente Ater: “In partenza cantieri di manutenzione straordinaria in 11 Comuni della provincia”

“Le basi programmatiche poste nel corso dell’anno da poco terminato stanno iniziando a dare i primi frutti che attendevamo”. Enzo Di Stefano, presidente del’Ater di Frosinone, illustra le attività messe in moto dall’azienda che dovranno concretizzarsi entri i primi mesi del 2013.

“Ciò significa che quando, nonostante la crisi economica l’ormai cronica penuria di risorse adeguate, si riesce a programmare con serietà e cognizione di causa, ogni obiettivo diventa possibile. Ecco perché – spiega – nei mesi scorsi abbiamo voluto dare una spinta importante e decisiva a diversi progetti di riqualificazione e manutenzione straordinaria in attesa di essere avviati. Dopo le firme dei contratti con le ditte aggiudicatarie degli appalti nei comuni di Piedimonte San Germano (via C. D’Aguanno) e Picinisco (Loc. San Giuseppe), altre operazioni sono ai nastri di partenza.

Già nei prossimi giorni – prosegue il presidente Di Stefano – verranno consegnati alcuni fondamentali lavori di riqualificazione nei comuni di :
– Cassino (via Volturno e Loc. San Bartolomeo)
– Anagni (via Tofe Pistone),
– Aquino (via Mazzaroppi)
– Frosinone (viale Spagna).

Non finisce qui, poichè entro la primavera arriverà il turno di altri territori come :
– Ceprano (Loc. Chiusa Grande)
– Roccasecca (via Montello e via Rivolta)
– S. Elia Fiumerapido (via Cartiera)
– Castrocielo (via Immacolata)
– San Giorgio a Liri (via Campo la Mola)
– Cassino (via Di Biasio e via Garigliano).

Una mole di interventi non indifferente, per un importo complessivo di oltre 4 milioni di euro, che abbiamo voluto programmare e attivare con l’ obiettivo di rendere le nostre unità abitative più rispondenti alle esigenze dei vari tenori di vita, ma anche allo scopo di riqualificare gli ambienti esterni e renderli più inseriti nei vari contesti urbani. Naturalmente, la nostra intenzione è quella di continuare con impegno questo percorso di lavoro e concretezza, per cui – conclude – stiamo già iniziando a prefigurare nuovi interventi di manutenzione straordinaria che, nell’interesse degli utenti Ater, dovranno vedere la luce immediatamente dopo questo ciclo di operazioni”.

Menu