Enzo Di Stefano (Ater): “Consegnati oggi i lavori per il fabbricato di Torrice”

Enzo Di Stefano, Presidente dell’Ater di Frosinone, annuncia una nuova iniziativa di riqualificazione e recupero che, a partire da oggi lunedì 16 aprile, interesserà il comune di Torrice.

“Anche a Torrice l’Ater intende proseguire il suo percorso per garantire a tutti gli aventi diritto una casa moderna e dignitosa. Proprio oggi, infatti, si è proceduto alla consegna dei lavori per il recupero di un fabbricato sito in via Regina Elena, comprendente ben 11 alloggi. L’Azienda dispone già di un apposito finanziamento erogato dalla Regione Lazio, che ci permetterà di iniziare e concludere i lavori previsti nel giro di circa 5 mesi. L’immobile oggetto dell’azione – spiega Enzo Di Stefano – necessita di importanti interventi strutturali che ne interesseranno sia l’esterno che l’interno. Nello specifico, si procederà al rifacimento totale del tetto, con la sostituzione delle tegole, delle grondaie e dei discendenti; le zone a terrazzo verranno isolate termicamente, grazie ad una guaina impermeabilizzante, un pannello in polistirene espanso ed una copertura di cemento; le facciate dello stabile saranno sistemate ed intonacate con materiale deumidificate, così come verranno ristrutturati tutti i balconi e sostituiti gli infissi esterni. I lavori proseguiranno con un nuovo rivestimento, con marmo locale, e nuova tinteggiatura per il vano scala, oltre al rifacimento del portone d’ingresso, dell’impianto elettrico e citofonico. Grande attenzione, ovviamente, sarà dedicata alla riqualificazione degli alloggi: il nostro obiettivo è quello di migliorare sensibilmente la qualità della vita degli inquilini, e lo faremo attraverso la ristrutturazione dei bagni, l’installazione di impianti autonomi di riscaldamento, l’adeguamento degli impianti elettrici ed il ripristino delle cantine. Dopo il rifacimento dei collettori fognari, inoltre, sarà possibile sistemare anche il cortile interno. Si tratta di una serie di operazioni, avviata con la preziosa collaborazione del Geom. Giuseppe Conflitti, che restituirà decoro al fabbricato, togliendolo dalle attuali condizioni di incuria e degrado, e garantirà con maggior forza il diritto all’abitare degli inquilini: in questo particolare momento di crisi, infatti, l’Ater sente ancora più forte la responsabilità della propria funzione sociale e aggregativa. Mi auguro – conclude il Presidente Di Stefano – che la futura amministrazione comunale possa aiutare i nostri residenti con dignitosi accessi viari ai fabbricati che, da questo punto di vista, risultano piuttosto esclusi ed abbandonati”.

Menu