ELEZIONI REGIONALI LAZIO 2012 – Iannarilli apre le danze: “Rialzati Lazio!”

Elezioni Regionali Lazio 2012: il Presidente della Provincia On. Antonello Iannarilli apre le danze della imminente campagna elettorale per il rinnovo dell’assise con sede alla Pisana e chiede per il centro destra un candidato esperto e rappresentativo.

“Le imminenti elezioni regionali sono fondamentali per dare un governo al Lazio che sappia affrontare con capacità e coraggio il momento più tragico della storia della nostra regione. Devono anche essere però un’occasione per la politica e, in particolare, per il nostro partito, di riscattarsi, rifondarsi, ricordarsi la vera missione ideale e propulsiva che porta nel suo certificato di nascita. Per procedere a questa impresa, con schiettezza e decisione, dobbiamo riaffermare i principi e riconoscere le capacità senza infingimenti o strategie alchemiche. Il centrodestra pensi subito a un candidato alla Presidenza che sia un politico, esperto e rappresentativo, con un dna certo e una storia garante delle istanze liberiste e solidali alla base della nostra proposta di governo. Basta con i tentativi al buio tirati fuori dal cilindro della società civile, basta con i giochetti di potere.

Si riesca a individuare subito un nome con queste credenziali o si proceda direttamente alle primarie. Nel caso anche le province devono avere un ruolo e un loro candidato alle primarie. Il nostro partito ha bisogno di riaffermare la potestà delle idee e delle capacità e deve saperlo fare, senza potersi permettere più errori, credendo in sé stesso, nelle sue regole e nel suo personale politico. Oggi nel Lazio sono stati commessi errori imperdonabili da tutti coloro che fanno parte del Consiglio uscente, nessuno escluso, senza dimenticare che per l’80% si tratta di un’assise composta da consiglieri alla prima esperienza. Quindi attenti anche al nuovo che, di per sé, è garanzia di niente. Meglio, forse, chi ha esperienza e una storia da far valere e da rispettare. Solo così si può invocare un ritorno alla partecipazione alle cause sociali e solo così si può dare corso al manifesto politico di Alfano che mi ha visto tra i più entusiasti sostenitori ma che attende ancora una effettiva realizzazione.

Ad Alfano dico: si intervenga subito, basta tentennare nel prendere decisioni perché la gente aspetta pulizia o saremo travolti tutti, il tempo a nostra disposizione è poco. Nel particolare del Lazio deve esserci un candidato a governatore sul quale concentrare le energie che sia garante delle esigenze di questi territori. I due anni e mezzo di governo che ci lasciamo alle spalle non hanno che seguitato l’operazione di depauperamento del nostro territorio già in atto ai tempi di Marrazzo, mettendo in pratica quanto il centrosinistra aveva ipotizzato sulla sanità (con i risultati oggi sotto gli occhi di tutti), con la chiusura di ospedali e servizi sanitari che funzionano sempre peggio, con l’ azzeramento dei servizi sociali, l’imposizione di un piano dei rifiuti pessimo, con la micidiale chiusura del portafogli verso le province e i comuni che vantano nei confronti della Regione decine di milioni di crediti. Ciò in tutti i settori: lavori pubblici, messa in sicurezza delle strade, e via discorrendo.

Nel nostro caso specifico abbiamo anticipato per conto della regione ben 88 milioni di euro! Siamo arrivati alla paralisi dell’Ente. Si parla di Comuni vicini al dissesto finanziario per non aver pagato i lavori gia eseguiti…. Soprattutto, per due anni e mezzo, questo territorio non ha trovato a Roma degli interlocutori, a conferma della volontà di strozzarlo fino allo sfinimento. Diciamo basta e riscattiamoci, ridiamo dignità ai territori del Lazio affinché le nostre cittadinanze, le imprese e gli Enti Locali ottengano quanto loro spetta. Riscattiamo la nostra dignità e la nostra identità contro tutto quello che l’ha voluta infangare. Dobbiamo rialzarci, sotto un unico motto: “Rialzati Lazio”. Occorre l’impegno di tutti, nessuno escluso. La politica non è solo quello che vediamo in questi giorni, è l’essenza della partecipazione democratica, dello sviluppo e della giustizia sociale. La politica è importante nella vita di ogni cittadino”. E’ quanto dichiara il Presidente della Provincia di Frosinone, Antonello Iannarilli

Menu