Elezioni Frosinone 2012 – Ottaviani: “Con la tassa Imu evitiamo di continuare a tartassare”

“Da un limone già spremuto non può uscire altro succo”. Usa una metafora Nicola Ottaviani, candidato a sindaco al Comune di Frosinone, per spiegare quale sarà l’atteggiamento della sua amministrazione nei confronti dell’Imu, l’Imposta Municipale Unica, che è attesa come una mannaia da parte dei cittadini.

“Il Comune – continua Ottaviani – non deve pensare a fare solo cassa, ma va operata un’attenta valutazione nell’applicazione delle aliquote. L’impegno che vogliamo prendere con i cittadini di Frosinone è relativo alla quota discrezionale del 2% delle amministrazione comunali. Ebbene, possiamo dire sin da adesso che, nonostante già sappiamo che il centrosinistra lascerà un quadro economico-finanziario disastrato, con casse comunali senza un centesimo e un monte di debiti esorbitante, la nostra amministrazione non si comporterà come lo Sceriffo di Nottingham che toglieva dalle tasche delle famiglie disagiate anche quei pochi spiccioli che servivano per tirare a campare ogni giorno. Prevederemo l’applicazione dell’aliquota più bassa per quelle fasce di popolazione più disagiate, per chi ha, ad esempio, immobili sfitti, redditi minimi e così via”.

“E’ questa una scelta – conclude Ottaviani – che vuole cercare di lasciare ai cittadini maggiori risorse per i consumi e che vuole creare, nel suo piccolo, un trend virtuoso per dare nuova linfa al motore dell’economia locale drammaticamente fermo. I cittadini non possono essere continuamente strangolati da tasse e balzelli e il Comune deve mostrare la giusta sensibilità nei confronti di chi ha meno possibilità”.

Menu