Elezioni Frosinone 2012: “La sanità che vogliamo: le proposte di Marina Kovari per una sanità a misura di cittadino”

“Anche sui temi della sanità, il Sindaco può e deve fare molto per risolvere i problemi dei cittadini e questo negli ultimi anni non è stato fatto”, così Marina Kovari, candidata a Sindaco della coalizione composta da Sinistra Ecologia e Libertà, Rifondazione Comunista/La Colomba e Frosinone BeneComune, nel presentare le sue proposte per una sanità a misura di cittadino.

“Non è affatto vero che il Sindaco non abbia possibilità di influenzare la qualità dei servizi sanitari nel Capoluogo”, esordisce la Kovari. “Certo che le competenze primarie sono della Regione, ma il Sindaco di Frosinone può e deve avere un ruolo leader nella Consulta dei Sindaci, organo propositivo e di vigilanza sulle attività dell’Azienda sanitaria Locale e questo non è mai stato fatto fino ad oggi.
Noi punteremo su tutte quelle attività volte alla prevenzione delle malattie, investendo sull’educazione sanitaria e alimentare, sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, coinvolgendo tutte quelle categorie “a rischio” che costituiscono la principale “utenza” dei nosocomi. In ambito strettamente ospedaliero, prosegue la Kovari, l’ospedale F. Spaziani dovrà finalmente diventare Dea di I° livello e per i problemi di sovraffollamento del Pronto soccorso, frutto di una scellerata politica della Polverini, occorrono politiche incisive in ambito territoriale. Per questo noi giudichiamo decisivo il ruolo della medicina di base, cui chiederemo un impegno concreto per ridurre l’afflusso di persone al Pronto soccorso per un semplice Codice Bianco, come l’apertura ambulatoriale per 12 ore dal lunedì al sabato.
Anche la riabilitazione post acuzie dovrà essere rivista. La riconversione dei posti letto soppressi dovrà essere uno dei primi obiettivi da perseguire, così da creare delle strutture diffuse capillarmente, dei Pronto Soccorso Sociali, al di fuori di quella ospedaliera, in grado di assolvere con efficienza a tale compito. Infine, particolare attenzione daremo agli studenti del Corso di Laurea in Scienze infermieristiche. Per i medici di domani, la città di Frosinone non offre nemmeno una ricettività alberghiera sufficiente né servizi come studentati, mense, centri di aggregazione, laboratori. In questo modo, aumentano i disagi e la città perde l’occasione sia di attrarre giovani sia di investire in nuove attività, anche commerciali. Questo è semplicemente inaccettabile” conclude la Kovari.

Domani pomeriggio, alle ore 15.00, una Delegazione di Sel, guidata dal Consigliere Regionale Luigi Nieri e da Marina Kovari, visiterà il pronto soccorso del Nosocomio Fabrizio Spaziani per poi, alle 17.30, incontrare le maestranze e i cittadini presso la saletta Fontana di Via Fedele Calvosa 175

Menu