Elezioni Frosinone 2012 – Iafrate (PSI) su Marini: “Reazioni scomposte ed inaccettabili del sindaco su nostro appoggio a Marzi”

Noi socialisti abbiamo sempre appoggiato lealmente, a differenza di altri, Michele Marini per tutti e cinque gli anni del mandato, per cui sono veramente inaccettabili le ripetute scomposte reazioni dello stesso Marini alla nostra legittima scelta di sostenere per i prossimi cinque anni l’avv.Marzi, che riteniamo il candidato a sindaco migliore per il futuro di Frosinone.

Peraltro Michele Marini dimentica che si è dimostrato decisionista soltanto in tre occasioni in cinque anni, guarda caso, sempre contro noi socialisti:

1) la prima, nel 2007, quando varò la Giunta con soli sette assessori, appunto senza noi socialisti, che pure gli avevamo fornito un apporto elettorale decisivo, superiore al 14% dei voti;

2) la seconda quando, alle elezioni provinciali del 2009, fu irremovibile nel rifiutare la candidatura nel collegio di Frosinone Scalo, inducendo, con il suo esempio, altri importanti sindaci del centro-sinistra a non candidarsi e impedendo di fatto ad una persona del Capoluogo di diventare Presidente della Provincia;

3) la terza, ora, a fine consiliatura, con le assurde rappresaglie contro gli assessori socialisti e con una reazione veramente esagerata nei nostri confronti, specie se si consideri l’assoluta indifferenza da lui mostrata verso i tanti che lo hanno abbandonato durante il mandato.

Ciononostante noi socialisti, responsabilmente, ribadiamo che il nostro interesse è fare campagna elettorale contro il centro-destra e non contro Michele Marini ed il PD. Tuttavia respingiamo con sdegno questo eccessivo livore ed accogliamo, invece, con entusiasmo l’appello, lanciato all’inizio della campagna elettorale, dal Vescovo Mons. Spreafico a lavorare per il bene comune.

Menu