E’ polemica politica per il ritiro della squadra di Pallavolo femminile di Frosinone

Vincenzo Iacovissi, Segretario della Sezione PSI di Frosinone, e Massimo Calicchia, Capogruppo PSI al Comune capoluogo, hanno rilasciato la seguente dichiarazione: “Sono passati ormai diversi giorni dall’annuncio compiuto dal patron della squadra di pallavolo femminile, Lucio Iacobucci, in ordine al ritiro dalle competizioni sportive di una compagine, che ha dato grande lustro alla nostra città, vincendo la Coppa Italia e raggiungendo il prestigioso traguardo della massima serie, la “A/1”.

Ebbene, ci saremmo aspettati un intervento del Sindaco di Frosinone o dell’Assessore allo sport per tentare di scongiurare questo evento, che va a privare il capoluogo dell’unica squadra frusinate, che è riuscita nell’impresa storica, in una disciplina sportiva, di essere promossa nella massima serie, evitando peraltro nel campionato successivo la retrocessione.

Ed invece nulla; soltanto il silenzio da parte di un’Amministrazione comunale, la quale, evidentemente stordita dai gravissimi scandali, che hanno portato all’arresto addirittura del vice-sindaco, non riesce ad intervenire praticamente su nulla, salvo aver trasformato il Comune capoluogo in un impervio percorso ad ostacoli, grazie alla sciagurata idea di un’eccessiva proliferazione di attraversamenti pedonali rialzati, veramente infernali ed installati al di fuori delle reali esigenze di sicurezza dei pedoni.

Noi socialisti esprimiamo piena solidarietà nei confronti del Dott. Lucio Iacobucci, ringraziandolo sentitamente per aver portato a Frosinone una squadra di pallavolo femminile di altissimo livello. Evidentemente l’amministrazione Ottaviani non meritava questo straordinario fiore all’occhiello per Frosinone. Purtroppo dell’assoluto disinteresse dell’Amministrazione comunale faranno le spese i tanti sportivi frusinati, che non potranno più assistere dal vivo al campionato di pallavolo femminile di serie A/1”.

Menu