Donato Rima rischia di morire su un campo di pallone

Un selfie con linguaccia per dimenticare subito i drammatici momenti vissuti durante l’incontro di calcio Dinamo Colli vs Formia, importante match del campionato di Promozione Girone D. Così il capitano dei pontini, Donato Rima, ha voluto tranquillizzare tutti dopo l’incidente di ieri pomeriggio in campo. Intorno al decimo della ripresa, il giocatore pontino si è scontrato con il portiere avversario restando a terra privo di sensi.

Subito sono stati allertati i sanitari del 118, ma nell’attesa il tempestivo intervento di un giocatore si è rivelato decisivo per le sorti dell’infortunato. Più tardi, viste le preoccupanti condizioni del calciatore, si è reso necessario l’intervento dell’eliambulanza, che ha trasferito Rima a Latina.

«Gli esami svolti presso l’Ospedale “S. Maria Goretti” di Latina – scrive il sito ufficiale del Formia – dove il calciatore è tuttora ricoverato, hanno scongiurato problemi e complicazioni. Ma al tempo stesso, l’accaduto ripropone per l’ ennesima volta il problema dell’assistenza sanitaria nel calcio dilettantistico, troppe volte scarsa o addirittura inesistente».

Rima, talentuoso fantasista di Torre Annunziata, classe 1987, è approdato al Formia dopo varie esperienze in squadre campane ed una parentesi con l’Isernia. A vent’anni sfiorò di approdare in serie A con il Verona, ma un brutto infortunio rimediato al termine di un campionato nel quale aveva segnato 13 reti in 10 gare, gli negò l’approdo sul palcoscenico del grande calcio.

Menu