Domenica 3 marzo alle ore 10 la riapertura dell’ascensore inclinato

Foto di copertina  – Enzo Cinelli

Subito dopo l’esito positivo del collaudo dell’Ustif (l’organismo del Ministero dei Trasporti preposto al rilascio del nulla osta per l’uso di impianti come ferrovie, ascensori pubblici, funivie, metropolitane e così via) è arrivato anche il via libera della Regione. E così l’ascensore inclinato dopo un fermo obbligato di otto mesi, per gravi motivi di sicurezza, torna a disposizione della cittadinanza di Frosinone. La data in cui finalmente gli utenti potranno tornare ad usufruire dell’impianto di risalita è quella di domenica 3 marzo, quando alle ore 10 si terrà la cerimonia di inaugurazione della riapertura. Diverse le novità della riapertura dell’ascensore inclinato: i primi due mesi saranno gratuiti e l’orario di apertura sarà uniformato su tutta la settimana, dalle 7 del mattino alle 23 di sera.  “Ci siamo, finalmente l’ascensore inclinato torna a servizio dei cittadini – ha commentato l’assessore ai Lavori Pubblici e alle Manutenzioni Fabio Tagliaferri – il nostro costante e duro lavoro ha dato i suoi frutti. Per prima cosa, per una sorta di ricompensa per i cittadini che sono stati costretti a non poter usufruire del servizio per diversi mesi, ci sarà la possibilità di utilizzare l’impianto di risalita gratuitamente per due mesi. Un modo questo per riavvicinare la gente all’uso dell’impianto. Poi un’altra novità sarà quella dell’orario di utilizzo che sarà lo stesso per tutta la settimana”.

È un risultato importante – ha affermato il sindaco Nicola Ottaviani – che conferma la pervicacia dell’amministrazione comunale  nel raggiungimento degli obiettivi di interesse generale. Possiamo parlare di una vera e propria ristrutturazione da zero di un ascensore che non era mai stato in regola con le necessaria misure di sicurezza. Un ringraziamento particolare al lavoro svolto – ha proseguito il sindaco Ottaviani – dall’assessore Fabio Tagliaferri e da tutta la dirigenza comunale che si è spesa professionalmente e personalmente nel seguire il nostro indirizzo amministrativo. Si chiude una brutta pagina di questo Comune, che è costata centinaia di migliaia di euro alla collettività, e in particolare tante giornate di mobilità alternativa all’autovettura. Di qui a poche settimane vi sarà anche l’inaugurazione del nuovo arredo di Piazzale Vittorio Veneto e, quindi, una  parte importante del centro storico potrà tornare ad avere un’immagine gradevole per l’intera cittadinanza, adeguata al rango di un capoluogo.

Menu