18 ottobre 2013 redazione@ciociaria24.net

Domenica 20, Sala Guadini Frosinone: “Ripartire da sinistra”

Mentre il modello politico delle “larghe intese” si afferma sempre più in Italia ma anche in altri Paesi Europei, come la Germania, la Sinistra non deve rinunciare alle istanze, alle sue proposte, alle sue idee per il Governo dell’Italia e dei territori, questo il senso dell’iniziativa del 20 ottobre organizzata da Sinistra Ecologia  Libertà alla presenza del Vice presidente della Regione Lazio Massimiliano Smeriglio e Nazzareno Pilozzi, deputato del partito di Vendola.

Presso la Saletta Guadini di Via Matteotti 2 a Frosinone, dalle 18.00, l’incontro punta ad approfondire il ruolo e il senso delle politiche di “sinistra” nell’Italia di oggi, colpita dalla più grave crisi economica e sociale dal secondo dopoguerra. Come rispondere efficacemente alle istanze dei cittadini sull’emergenza lavorativa, sui diritti anche dei migranti, sulla scuola e la formazione, sulla qualità della vita e l’ambiente.

Il Governo vara una timida legge di stabilità che muove passi incerti nella ridefinizione del cuneo fiscale, senza tagli alla Sanità ma senza affrontare concretamente le cause della crisi economica, per la quale occorre disegnare un nuovo assetto industriale, sgravare le imprese di costi insopportabili (come l’energia e il costo del lavoro, ad esempio), alimentare nuovi settori come l’industria culturale.

Il tema della tutela del lavoro e della competitività delle imprese che insistono e resistono sul territorio italiano, aprendole all’innovazione, all’internazionalizzazione e incentivando la ricerca, la costruzione di reti e partenariati transnazionali. Lo scenario prima europeo e poi mondiale, obbliga a confrontarsi con un nuovo ciclo storico, dove la Sinistra può e deve dotarsi di nuovi strumenti politici e amministrativi per continuare a essere portavoce delle sitanze delle fasce più deboli ed esposte agli effetti della crisi. La Regione Lazio risponde mettendo in campo risorse finanziarie, progetti di medio e lungo periodo: il risultato è un’amministrazione credibile e al fianco dei cittadini come delle imprese.

Menu