venerdì 1 febbraio 2013 redazione@frosinone24.com

Di scena Sabato 2° spettacolo della stagione teatrale, “Lvita mia, la storia mia”

Dopo il grande successo di pubblico e di critica di sabato scorso (26 gennaio 2013) per la prima rappresentazione teatrale della stagione allestita dall’amministrazione comunale, domani sera (2 febbraio 2013) spazio al secondo spettacolo del cartellone che si chiuderà il 7 aprile. Un successo che va al di là delle più ottimistiche previsioni e che sta a testimoniare la grande fame di cultura del capoluogo, che, dopo otto lunghissimi anni, finalmente ha visto il ritorno in scena della stagione teatrale, nonostante la ristrettezza delle disponibilità finanziarie e la carenza di strutture idonee.
“Il grande afflusso di pubblico che abbiamo registrato sabato scorso per il primo spettacolo – ha commentato l’assessore alla cultura, sport e spettacolo Gianpiero Fabrizi – testimonia che il nostro progetto è andato nella giusta direzione, nonostante tutte le ben note situazioni di criticità. La voglia di cultura e di svago della città è così forte che questo inizio ci lascia ben sperare per il prosieguo della stagione teatrale. Fermo restando che il nostro obiettivo principale resta quello di organizzare al più presto una stagione teatrale, di ancor più alto livello, in una location all’altezza della situazione, l’acquisizione dello stabile dell’ex cinema Vittoria da parte dell’amministrazione comunale, va appunto in questa direzione”.

Ora spazio al secondo spettacolo in programma per domani, sabato 2 febbraio 2013, sempre alle ore 21: “La vita mia, la mia storia” con Gino Aurisio. La storia di una vita raccontata con le emozioni di chi l’ha attraversata. La narrazione di ciò che capita ad un uomo. La cronaca di un vissuto personale che potrebbe coincidere con un vissuto collettivo. La vita di Uno nel cuore di tanti. Un’autobiografia costruita attraverso la ricerca di pensieri, poesie, monologhi di drammaturghi e poeti che aderissero il più possibile alle suggestioni che hanno scandito la sua vita. Da Troisi a Bogosian, passando per Benni e Ferdinando Russo. Un susseguirsi di emozioni ed azioni votate sia al sano divertimento che ad attente riflessioni dettate dagli accadimenti della vita di un uomo che spera di essere arrivato “nel mezzo del cammin”. Si ricorda inoltre che i biglietti per i singoli spettacoli sono in vendita al costo di 5 euro, e possono essere acquistati nei locali dell’ufficio cultura del Comune in piazza VI Dicembre.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA