Danilo Iafrate risponde ad Adriano Roma

L’intervento del vice coordinatore provinciale vicario del Pdl, Adriano Roma, conferma inequivocabilmente che il centrodestra considera Domenico Marzi il vero avversario da battere. D’altra parte, però, non è affatto vero quanto Roma afferma, e cioè che Marzi stia facendo una campagna elettorale con il freno a mano tirato. Direi, invece, il contrario: Marzi sta marciando veramente con il vento in poppa al punto che ha già convinto a stare con lui gran parte del centrosinistra, Assessori e Consiglieri comunali compresi. Nello stesso tempo moltissimi elettori di centrodestra, a prescindere dalle loro convinzioni politiche, si sono già orientati a votare Marzi, ritenendolo nettamente il migliore fra i candidati a Sindaco che si sono proposti.

Ma c’è un altro motivo per cui Marzi diventerà Sindaco di Frosinone: oltre all’enorme consenso dovuto alle sue innegabili capacità amministrative, Marzi raccoglierà anche il voto di protesta contro l’operato del Governo nazionale, della Regione e della Provincia. Infatti, come è ben noto, Nicola Ottaviani e Michele Marini sono stati candidati rispettivamente dal Pdl il primo e da Pd e Udc il secondo, e cioè dalle 3 forze politiche che sostengono il Governo Monti, il quale, purtroppo, sta colpendo ingiustamente i cittadini e, in particolare, i ceti più deboli. Ma è altrettanto noto il sostegno di Pdl e Udc alla Presidente della Regione, Renata Polverini, la quale ha massacrato la sanità ciociara. Come pure è notorio il nulla prodotto in 3 anni dall’Amministrazione di centrodestra alla Provincia.

Tutte queste considerazioni fanno di Marzi il favorito per la vittoria finale nel Comune capoluogo.

Danilo Iafrate – Segretario provinciale PSI

Menu