Daniela Bianchi su frana Viadotto Biondi: “Il primo impegno sarà il riconoscimento dello stato di calamità naturale”

Il consigliere regionale sul luogo della frana: “E’ importante in questo momenti essere vicino ai cittadini che stanno vivendo questo momento difficile”. La vicenda della frana del viadotto Biondi, che in questo momento sta tenendo con il fiato sospeso la città di Frosinone, è stata immediatamente posta all’attenzione della Regione Lazio e del neo-presidente Nicola Zingaretti.

“Dal momento in cui abbiamo avuto notizie dell’aggravarsi della situazione racconta Daniela Bianchi c’è stato un fitto scambio telefonate con la Regione che ha immediatamente mandato i tecnici del Dipartimento della Protezione Civile Regionale. Dopo un sopralluogo per studiare l’evoluzione dello smottamento e il tavolo tecnico in Prefettura con il sindaco Ottaviani, l’assessore Tagliaferri e il dott. Mele della Direzione Regionale della Protezione Civile“prosegue il neo-consigliere regionale “dalla Regione è giunta immediatamente una risposta tempestiva“

“L’amministrazione Comunale – dichiara Bianchi – inoltrerà la richiesta di stato di calamità naturale e il mio impegno sarà quello di presidiare affinché venga subito accolta la domanda, in modo da sbloccare i fondi necessari ad affrontare la situazione”

Il presidente Zingaretti è costantemente aggiornato sull’evolversi della situazione“ – continua Daniela Bianchi – “ ed è importante che la regione dia segno di esserci perché questa ferita che ha “squarciato” in due la città ha lasciato un segno di disagio profondo nei cittadini e nelle cittadine. “Per questo – conclude Daniela Bianchi – continueremo a monitorare sia il luogo della frana che i luoghi a rischio idrogeologico, in modo da poter intervenire tempestivamente in caso di ulteriori problemi. La vicenda ci ricorda, ancora una volta, l’importanza di tutelare e valorizzare il paesaggio, elemento centrale dell’azione politica della nuova Regione Lazio”.

Foto Marzia Bianchi

Menu