21 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Daniela Bianchi: “L’agricoltura può e deve essere anche uno degli strumenti per riconvertire la Valle del Sacco”

“La filiera agroalimentare d’eccellenza e l’enogastronomia di qualità saranno comparti essenziali per lo sviluppo e l’economia di questo territorio.- Così l’assessore regionale all’agricoltura Sonia Ricci al termine di un incontro informale, organizzato dalla consigliera regionale del gruppo “Per il Lazio” Daniela Bianchi presso i suoi uffici con alcuni dei più importanti e riconosciuti produttori agricoli della provincia di Frosinone. L’incontro sarà il primo di una serie di iniziative della consigliera, volte a coinvolgere tutti i protagonisti del settore”.

L’occasione è nata dalla visita dell’assessore a Frosinone per l’inaugurazione della sala Panel sulle certificazioni DOP presso l’azienda speciale Innova. ” Ho pensato – racconta Daniela Bianchi –  che, dopo gli incontri dell’assessorato con le associazioni di categoria nei giorni scorsi, fosse utile ascoltare la viva voce di chi tutti i giorni lavora per creare dei prodotti di altissima qualità. Imprenditori che ho avuto il piacere di conoscere e che hanno saputo riscoprire le tradizioni della nostra terra e trasformarle in cibi apprezzati in tutti il mondo. I produttori dovranno avere la capacità di condividere il percorso creando aggregazioni virtuose ed efficaci dal punto di vista della comunicazione del prodotto e del territorio. – ha dichiarato l’assessore Ricci- Compito della Regione, e su questo sto già lavorando, sarà un sostanziale snellimento burocratico per permettere un comodo accesso ai bandi e alle progettualità europee. Questa ricetta consentirà di approcciare i grandi mercati, nazionali e internazionali, ma prima di tutto il mercato di Roma, un’opportunità per il resto della regione. Abbiamo a disposizione un patrimonio inestimabile – ricorda Daniela Bianchi-  che, usato in maniera efficace, potrebbe portare la provincia a riscoprire una delle vocazioni più trascurate dalle politiche di sviluppo, l’agricoltura. Ci potranno aiutare i prossimi fondi europei, 2014-2020, indirizzati quasi per metà verso il comparto agricolo e particolarmente premianti per la promozione di progetti di filiera”.

Sottolineando alcuni passaggi dell’intervento dell’assessore, Daniela Bianchi ha evidenziato il ruolo dell’agricoltura per una nuova struttura paesaggistica del nostro territorio: “L’agricoltura può e deve essere anche uno degli strumenti  per riconvertire la valle del Sacco, sostenendo alcune coltivazioni no food nelle zone interdette e incentivando quelle di qualità nelle altre. Con questa iniziativa – ha concluso la consigliera del gruppo “Per il Lazio” –  vorrei inaugurare un nuovo metodo di affrontare il tema dell’agricoltura per concentrarsi in maniera concreta sui problemi degli agricoltori, lasciando fuori tutto il resto. Un tavolo aperto e trasparente, lontano da logiche machiavelliche sottobanco, che avvierà un percorso condiviso tra tutte le eccellenze agricole del nostro territorio. Nessuno si dovrà sentire escluso, e ogni imprenditore agricolo della Provincia dovrà avere la capacità, gli strumenti e l’assistenza per avviare progetti a lungo termine”.

BIANCHI_1

Menu