venerdì 11 maggio 2012

D’Aguanno: “Riformare gli asili nido per migliorare i servizi alle famiglie”

Riformare radicalmente gli asili nido del Lazio, attraverso la predisposizione di una sorta di nuovo Piano regolatore del settore, per migliorare i servizi offerti da queste strutture, di qualsiasi tipo esse siano, nell’interesse esclusivo dei piccoli utenti e delle famiglie. E’ questo lo scopo principale della nuova legge quadro sugli asili nido (Pl n. 74) per la quale giovedì scorso la commissione regionale Lavoro, pari opportunità, politiche giovanili e politiche sociali ha stabilito il percorso per l’esame degli articoli che la compongono. <Questa proposta di legge – ha spiegato nel dare la notizia Annalisa D’Aguanno, vicepresidente della commissione stessa – ha diversi ed importanti obiettivi, tutti finalizzati a rendere più efficienti i servizi offerti per essere ancora più vicini alle famiglie. Ne ricordo alcuni dei più rilevanti: riequilibrare la presenza degli asili nido sul territorio regionale, migliorando quelli esistenti e favorendo la realizzazione di nuove strutture, anche con il sostegno della Regione Lazio; creare nuovi posti per ampliare l’offerta a favore sempre dei nuclei familiari che non hanno la possibilità di far assistere da familiari i propri figli durante gli orari di lavori; fare chiarezza nella normativa che regola il settore attraverso l’abrogazione delle leggi precedenti, vecchie anche di 35/40 anni; il tutto tenendo conto dei parametri relativi alle regioni più virtuose. Insomma – ha evidenziato ancora Annalisa D’Aguanno – si tratta di una proposta di legge di ulteriore apertura verso una politica di vicinanza e assistenza concreta alle famiglie e, direi soprattutto, alle donne che sempre più spesso oggi sono costrette a rinunciare al lavoro, o comunque a sottoporsi a turni massacranti, per poter accudire i propri figli. Una condizione che penalizza la donna e che con questa legge vogliamo migliorare sensibilmente. A tal fine, vista la delicatezza del tema e per arrivare al varo di una proposta di legge idonea a centrare tali risultati, abbiamo deciso di dedicare ampio spazio alle audizioni di tutti i soggetti interessati, attività che inizierà già dalla prossima settimana. In merito – ha concluso il vicepresidente Annalisa D’Aguanno – siamo aperti a tutti i ragionamenti del caso che ci permettano di giungere a una soluzione il più possibile condivisa dagli operatori del settore e che  risponda alle esigenze delle famiglie. Solo dopo aver ascoltato tutte le parti che ne faranno richiesta passeremo all’esame dell’articolato>.

PUBBLIREDAZIONALE - Un punto di riferimento per chi è in cerca di assistenti familiari/badanti. La sede è a Sora in viale S. Domenico n.1

PUBBLIREDAZIONALE - Un lavoro costante ed equilibrato svolto per un periodo compreso tra le sei e le otto settimane è in genere ideale per poter recuperare le facoltà motorie e reimpossessarsi della propria quotidianità.