mercoledì 20 giugno 2012 redazione@frosinone24.com

Da oggi, 20 giugno, il class action day di Codici contro Enel: sportelli in Toscana, nel Lazio e in Abruzzo

Parte domani, 20 giugno 2012, il class action day contro Enel Distribuzione promosso dal Codici: gli sportelli dell’associazione saranno aperti per la sottoscrizione del mandato di adesione e disponibili per qualsiasi dubbio e chiarimento. I cittadini infatti, non sono stati danneggiati solo dal maltempo, ma anche e soprattutto dalle mancate attività di prevenzione e manutenzione di Enel. E Proprio oggi alcune associazioni si stanno accordando con Enel su iniziative territoriali che garantiranno agli utenti solo poche decine di euro in più rispetto alle somme sopra riportate. Ma il Codici non partecipa all’accordo, ritenuto una beffa per tutti quei cittadini che hanno subito forti disagi e ora hanno il diritto di essere risarciti adeguatamente.

“Elargire 50 € in più al giorno  – commenta Luigi Gabriele, Responsabile Rapporti Istituzionali del Codici – è una vera e propria presa in giro per i consumatori, soprattutto se la motivazione è che quelle interessate erano le seconde case dei cittadini. Il Codici si rifiuta totalmente di appoggiare accordi che prevedono elemosina per chi ha subito i gravi disservizi di febbraio”. In questi giorni, intanto, stanno arrivando agli utenti gli indennizzi per i disservizi di febbraio, ma le cifre sono decisamente irrisorie. Per fare qualche esempio, si consideri il caso di un cittadino di un piccolo paese in Provincia di Frosinone, rimasto isolato per 8 giorni, per cui è stato previsto un indennizzo di 300 euro. Oppure al caso di un cittadino di Frosinone, sotto dialisi, bisognoso quindi di energia per l’alimentazione delle macchine, a cui è stato sospeso il servizio elettrico per 6 giorni. La cifra per il risarcimento, anche stavolta, è stabilita in 300 euro.

Per finire, l’esempio di un cittadino in provincia dell’Aquila, costretto a spendere 2.500 euro per acquistare un generatore di energia, visto che, nel suo caso, la sospensione del servizio è durata ben 10 giorni. La cifra fissata per il risarcimento è sempre 300 euro, somma stabilita dall’Autorità per l’energia elettrica come indennizzo massimo. Inutile dire che la cifra è del tutto irrisoria, a fronte dei gravi danni subiti dai cittadini. Per questo si rende necessaria l’iniziativa del class action day: di seguito qualche informazione utile e gli indirizzi degli sportelli a cui ci si può rivolgere.

·        Possono aderire tutti gli utenti del servizio elettrico sia del Mercato Tutelato che del Mercato Libero elettrico che hanno subito un distacco di fornitura di energia elettrica nel periodo 3-13 febbraio 2012.

·        Si può aderire anche se non si sono subiti danni economici/materiali, in quanto si richiederà il danno biologico e morale per l’accaduto.

·        Per partecipare serve: copia dell’ultima bolletta (obbligatoria), copia del documento d’identità dell’intestatario dell’utenza (obbligatoria), copia di fatture per acquisto di ogni bene necessario a far fronte al maltempo(se presenti), dichiarazione dei danni subiti sia in Autodichiarazione oppure in perizia da tecnico (se presenti).

·        Non costa nulla, la partecipazione è completamente gratuita.

Sportelli e punti territoriali:

Roma e Provincia

·        Sportello Energia “Diritti a Viva Voce”, Roma Viale A. Einstein, 34 – 00146. Tel: 06.5571996 Fax: 06.55308791, e-mail: segreteria.sportello@codici.org.

Provincia di Frosinone

·        Sora, sede Sportello Consumatori, presso Comune di Sora – Ufficio Servizi Sociali Corso dei Volsci,1. Orari apertura 10:00-13:00, e-mail: codici.sora@codici.org, tel: 0776.828315.

·        Ceprano, sede Sportello Ceprano, presso Comune di Ceprano Via Nino Bixio, 6. Orari di apertura dalle 15;00 alle 18;00, sportello.ceprano@codici.org.

·        Castelliri, sede Sportello Sovraindebitamento. Orario di apertura: Lunedì 8.00 – 14.00; Martedì 15.00 – 17.00 Mercoledì 8.00 – 14.00; Giovedì 8.00 – 14.00. Via Torino, 19 c/o sede del Comune di Castelliri 03030. Tel. 0776.807350, e-mail: sportello.castelliri@codici.org.

·        Anagni, Referente Mimmo De Carolis, tel: 3478510632, e-mail: mimmodecarolis@virgilio.it.

·        Ferentino, Referente Franco Sisti, tel:  3391412489, e-mail: francosisti49@libero.it.

·        Ripi, Referente Giuliano Trovini, tel:  0775 285129 giuliano.trovini@libero.it.

·        Veroli, Referente Angelo Paniccia, tel:  0775 863004 cell: 3398362258, e-mail: angelompaniccia@yahoo.it.

Abruzzo

·        Sede Regionale di PESCARA Codici, Via Carlo Alberto Dalla Chiesa, 15, 5100 Pescara

·        Tel. 085.77211 – Fax 085.77211. Orario 9-13 15-20. Referente Class Action Enel Fabio Di Remigio, e-mail:codici.abruzzo@codici.org.

Siena e provincia

·        Sportello Siena e Provincia, Studio Legale AVV. Alessandra Francesca Amato, via Banchi di Sopra n. 31 53100 Siena. Tel: 0577.43195, cell: 392.6909308. Mercoledì 20 giugno 2012 dalle ore 09.00 alle ore 19.00.

Per questo motivo rinnoviamo l’invito per gli utenti a recarsi agli indirizzi sopra riportati o a contattare lo sportello Energia Codici allo 065571996”.

Susanna Ficara – Dipartimento Comunicazione Codici, Centro per i Diritti del Cittadino

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA