Da lunedì 18 marzo novità sulla viabilità del Quartiere Scalo

A seguito di incontri avuti con i residenti del quartiere Scalo, l’amministrazione comunale ha disposto delle importanti novità sulla viabilità dell’area. Come si ricorderà l’amministrazione Ottaviani ha avviato da tempo un progetto di nuova viabilità del quartiere (in via sperimentale e in collaborazione con i residenti), con l’unico obiettivo di rendere più scorrevole il traffico e quindi di migliorare la qualità della vita dei residenti e di quanti si recano nel quartiere per motivi di lavoro o di svago.

Con decorrenza da lunedì 18 marzo 2013 fino al 14 aprile 2013, nell’area del “Quartiere Scalo” vengono quindi istituiti, in via provvisoria e sperimentale, i seguenti provvedimenti in materia di circolazione veicolare:

  1. Revoca dell’Ordinanza Dirigenziale sperimentale n. 75 del 28.01.2013;
  2. La circolazione  in Via Ottorino Respighi è così disciplinata:

a)  Senso unico di marcia, (direzione da Via Don Minzoni a Via G. Puccini), con l’installazione della prescritta segnaletica orizzontale e verticale (segnali di direzione obbligatoria  e di senso vietato), nonché del segnale di direzione obbligatoria in Via G. Puccini;

b)  Divieto di accesso per i veicoli di massa complessiva superiore a 35 q.li ed ai Bus (compreso servizio pubblico);

c)  Obbligo di arrestarsi allo Stop e dare la precedenza per i veicoli provenienti da Via O. Respighi che si immettono all’intersezione con Via G. Puccini;

  1. La circolazione e la sosta  in Via Don Minzoni è così disciplinata:

a)  Spostamento dell’area carico/scarico delle merci, sita attualmente prima dell’intersezione con Via O. Respighi, nel tratto compreso tra l’intersezione con Via O. Respighi e Via Sacra Famiglia;

b)  Revoca del divieto di sosta nel medesimo tratto;

c)  Estensione dell’attuale area di sosta regolamentata con disco orario per la durata di 60 minuti, nei giorni feriali, sul lato sinistro secondo il senso di marcia dal civico 63 (tabacchi) fino all’intersezione con Via Sacra Famiglia.

Al termine della sperimentazione l’amministrazione comunale incontrerà nuovamente i residenti per giungere ad una scelta definitiva della viabilità del “Quartiere Scalo”.

Menu