18 febbraio 2012 redazione@ciociaria24.net

Crolli di coperture in cemento amianto, l’Asl di Frosinone avverte la cittadinanza

Visto il gran numero di crolli di coperture in cemento amianto verificatosi in questi giorni a causa delle abbondanti nevicate, riteniamo di dover avvisare la cittadinanza a mezzo stampa  di alcune semplici procedure da applicare per evitare ulteriori incidenti. È noto che una persona è morta e un’altra è in gravissime condizioni e che i rifiuti smaltiti non correttamente contaminano l’ambiente.

<< Si richiama l’attenzione dei cittadini che, a causa delle forti nevicate, avessero avuto crolli di coperture in cemento-amianto comunemente conosciuto come Eternit, all’osservanza di alcune importanti  norme di comportamento.

Si raccomanda di  non intraprendere iniziative  personali in presenza di un concreto rischio di ulteriori crolli e assolutamente di non camminare sulle coperture che, molto facilmente, possono sfondarsi.

Il rischio di un inquinamento ambientale da fibre di amianto aerodisperse è molto basso poiché le lastre, allo stato attuale sono bagnate e spesso ricoperte di neve. La  loro movimentazione senza le opportune precauzioni, rappresenta essa stessa una probabile fonte di inquinamento. Se è possibile farlo in tutta sicurezza è utile coprire il materiale caduto a terra con  teloni di plastica. Le lastre  rotte e/o cadute a terra sono classificate come rifiuto pericoloso e devono essere smaltite da ditte specializzate in specifiche discariche o centri di stoccaggio.

L’abbandono di tali rifiuti costituisce una grave fonte di inquinamento  ambientale che si protrae per decenni ed è punito severamente dalla legge.

Pertanto si invitano gli interessati a contattare il Dipartimento di Prevenzione della ASL (tel 0775/207275-409), Dott.ssa Rosa Ferri Coordinatore “Progettoamianto”, per ogni ulteriore chiarimento e per avere l’elenco delle ditte specializzate che può anche essere scaricato direttamente dal sito del Ministero dell’Ambiente www.albogestoririfiuti.it usando come criterio di ricerca “bonifica dei beni contenenti amianto categoria10 A e categoria 10 B” >>.

Si ringrazia per l’attenzione e per il risalto che se ne vorrà dare.

 F.to   Marco Ferrara                                                                                                               Capo Ufficio Stampa.

Menu