Cotral: in arrivo bandi per ulteriori assunzioni di autisti e per mezzi nuovi di zecca

A seguito della nota inviata a Cotral Spa dal Presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo per segnalare i disservizi nel sistema di trasporto locale gestito dall’azienda, in particolare la cancellazione di diverse corse e l’utilizzo di mezzi poco idonei che rendono il viaggio non agevole all’utenza, è arrivata la risposta da parte dell’Amministratore delegato Arrigo Giana.

L’Ad di Cotral comunica che l’azienda, prendendo atto di quanto rappresentato dal Presidente Pompeo, sta intervenendo per una progressiva riduzione delle problematiche in essere. Nello specifico, l’Ad Giana informa che, “nell’anno 2014 sono stati assunti n. 130 autisti e che sono in corso le procedure per l’assunzione di una ulteriore tranche di n. 30 conducenti. Per quanto concerne il parco autobus si sta procedendo a bandire una gara per l’acquisto di nuovi autobus che garantiranno una piena disponibilità giornaliera e maggiori confort di viaggio”.

“Ognuna di queste azioni, congiuntamente ai piani riorganizzativi tesi ad un più efficace utilizzo delle risorse – conclude Arrigo Giana – consentiranno alla società di ripristinare i livelli di qualità e regolarità del servizio in linea con le legittime e comprensibili aspettative dei nostri clienti”. “Accolgo con favore la nota dell’amministratore delegato di Cotral Spa Arrigo Giana” – dichiara il Presidente Pompeo – preso atto dei numerosi disservizi che si erano verificati, mi ero fatto da tramite per rappresentare all’azienda i disagi degli utenti di questa provincia, la cui particolare conformazione del territorio rende essenziale per i collegamenti proprio il servizio gestito da Cotral Spa”.

“Quanto prospettato dall’Ad Giana – aggiunge Pompeo – va nella direzione che avevo sollecitato all’azienda al fine di garantire ai nostri cittadini la piena fruizione del diritto alla mobilità. Aspettiamo a breve la traduzione pratica di quanto comunicato”. “Ringrazio, infine, il dottor Giana per l’impegno assunto e per la disponibilità mostrata – conclude Antonio Pompeo – rinnovando la volontà a collaborare al fine di strutturare un servizio quanto più rispondente possibile alle esigenze della nostra comunità”.

Menu