17 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Corsi scolastici per detenuti: Patrizi in visita al carcere di Frosinone

“Ringrazio di cuore il direttore della Casa Circondariale di Frosinone, dott.ssa Luisa Pesante e il Dirigente scolastico dell’Istituto di Istruzione Superiore “Anton Giulio Bragaglia”, dott.ssa Biancamaria Valeri, per avermi invitato a visitare la sezione scolastica istituita presso il carcere, dove è in corso una meritoria e molto interessante iniziativa di formazione per i detenuti. Ho avuto modo di rendermi conto, insieme ai Commissari Vicari della Provincia che mi hanno accompagnato, di quanto sia importante l’esistenza e lo sviluppo delle attività formative presso la Casa Circondariale, quale valenza non solo culturale ma umana e di effettivo supporto nel tragitto di recupero che i detenuti hanno intrapreso.

Ho avuto modo di rappresentare, in loco, ai dirigenti del carcere e della scuola, ma anche alla responsabile dell’Area Educativa, dott.ssa Filomena Moscato, quanto io creda in tale valenza e come, per quanto è nelle mie facoltà, potranno ritenermi un loro collaboratore in questa attività. I detenuti, in questo momento, possono seguire nel carcere i corsi di alfabetizzazione e culturale, potenziamento della lingua italiana, scuola di Licenza Media Inferiore e di Media Superiore per il conseguimento della qualifica professionale di Operatore Termico. L’obiettivo che la dirigenza si è preposto è estendere l’offerta formativa ad un numero sempre più ampio di detenuti, mediante l’incremento della proposta e l’attivazione di nuovi corsi di studio.

E’ già stata inviata una richiesta di allineamento del triennio del corso Ipsia e di attivazione di un  corso di studi del Liceo Artistico. Credo che si debba operare con tenacia per ottenere il raggiungimento di questi risultati al più presto. Per quanto potrò ribadisco ai dirigenti del carcere e delle scuole la mia totale disponibilità”.

Foto: www.alsippe.it

Menu