Convegno su San Rocco: prestigioso impegno per le Comunità di Vico nel Lazio e Roccasecca

A tutte le comunità della provincia di Frosinone che venerano San Rocco: la Comunità di Vico nel Lazio è stata sorteggiata per portare in Processione la statua di San Rocco venerata in Santa Croce del Sannio. La Comunità di Roccasecca, invece, è stata scelta per portare in processione le reliquie di San Rocco. L’evento si svolgerà il prossimo 23 maggio a Santa Croce del Sannio, provincia di Benevento, sede del Convegno Europeo “Amici di San Rocco”.

Di seguito la presentazione dell’evento a cura di Fratel Costantino

«Saluto ed esortazione a vivere con impegno il cammino degli amici di San Rocco. Con simpatia , gioia e profonda gratitudine saluto voi tutti gruppi Amici di San Rocco, l’Arcivescovo di Benevento mons Andrea Mugione, il vescovo emerito di Lucera – Troia mons. Francesco Zerrillo che per noi celebrerà la Santa messa il 23 maggio, il parroco Don Domenico Curcio, il Sindaco dott. Antonio Di Maria e la sua amministrazione comunale e tutti gli abitati di SANTA CROCE DEL SANNIO BN.

Aver scelto questo angolo di Campania, regione bellissima e ricca di risorse umane, paesaggistiche, religiose e culturali, ma altrettanto mortificata nella sua vitalità e progettualità da un insieme di cause, deve essere un riempire tutti di gioia per aver scelto come luogo da tenere l’incontro Europeo delle realtà che si riconoscono in San Rocco il 23 maggio c.a., riempie tutti di soddisfazione e consente di guardare al futuro con meno apprensione e più speranza verso il futuro.

A questo , del resto richiama la spiritualità dell’associazione Europea Amici di San Rocco, e la testimonianza del pellegrino Di Montpellier, che, se lontano da noi nel tempo, continua ad esercitare ancora oggi, grazie all’ampia culto che gli è riservato in tutto il mondo e particolarmente in Campania e a chi lo promuove, un grande fascino e lo stimolo a non lasciarsi né comprimere nello spirito e nella idealità più vere, ed reagire con coraggio alle molteplici. Povertà e crisi. Che attanagliano la nostra società.

San Rocco, senza cedere alle lusinghe di una vita comoda ed egocentrica, si è lasciato interpellare dalla fede e dal Vangelo mettendosi in ricerca e ritrovando proprio nell’incontro con il Cristo la volontà di mettere la sua vita a servizio dei più poveri. Aveva capito amici cari che senza carità, senza amore per gli ultimi e i poveri non ci può essere vita cristiana degna di tale nome.

In una società come la nostra, dove stiamo assistendo al crollo della famiglia, luetica, la giustizia, tutto il sistema – occorre reagire compatti e con determinazione come cristiani e come cittadini attivi, senza stare a guardare inermi allo sfascio. Non dimentichiamo le parole di Gesù: “Le forze delle tenebre sono più. Accorte delle forze del bene “.

Gli amici di San Rocco possono fare. La loro parte importante e specificare il loro cammino di fede proprio nelle scelte dei valori, nella scelta preferenziale dei più deboli, qualificando la loro identità e la loro presenza nella lotta alla mondana peste dell ‘ individualismo più esasperato. Con questa prospettiva amici carissimi, pellegrini e devoti di San Rocco, vi aspetto in tanti nella comunità di SANTA CROCE DEL SANNIO BN, accolti gioiosamente dal uno gruppo nascente e dalla comunità tutta.

Il mio stimolarmi, sia un invito a ad esortavi a farvi, sull’esempio di San Rocco “pellegrini della fede”, testimoni e cercatori con me innamorati di Dio e degli uomini, come del resto ci sollecitava il nostro caro vescovo mons. Pietro Farina e il con l’esempio e la parola Papa Francesco. Che San Rocco, fulgido esempi di carità dinamica e di coerente fedeltà, attraverso il mio umile servizio di apostolato e guida e la nostra Associazione che porta il suo glorioso nome, possa. Incoraggiare tanti devoti e cristiani a intraprendere con slancio un percorso pur difficile ma fatto di fede, speranza e carità».

Vostro Fratel Costantino
Procuratore e guardiano di San Rocco

Menu