Conservatorio, l’assessore Gianluca Quadrini annuncia: “presto riapertura aule interdette per danni neve”

L’assessore Provinciale Gianluca Quadrini alla Pubblica Istruzione ed Edilizia Scolastica, sollecitato più volte dal Direttore del Conservatorio, oggi si è recato in sopralluogo insieme al vice comandante dei VV.FF. dott. Aldo Antonetti per valutare tutte le problematiche che ancora sono in essere al Conservatorio a causa del collasso della struttura del chiostro.

<<Desidero ringraziare il vice Antonetti che subito alla richiesta di un sopralluogo congiunto con me da parte del direttore del Conservatorio subito si è mostrato disponibile ed oggi ci siamo recati sul posto per valutare la possibilità di riapertura di alcune aule del corpo di fabbrica del Conservatorio adiacente al chiostro collassato per la neve.

Noi come amministrazione Provinciale abbiamo chiesto al Tribunale l’accertamento tecnico preventivo per individuare le responsabilità dei danni ingenti causati proprio dal collasso della struttura anche per il ripristino della stessa dopo la rimozione di quella rovinata a terra, ma questa fase sicuramente vedrà passare non poco tempo proprio a causa delle lungaggini burocratiche ma soprattutto anche della ricerca oltre che delle eventuali responsabilità, ove ci fossero, anche delle risorse necessarie per la bonifica dell’area e la ricostruzione della stessa struttura.

Alla luce di tutto ciò, si è pensato con i VV.FF. su sollecitazione del Direttore del Conservatorio di provvedere a modificare la messa in sicurezza della struttura in modo tale da permettere agli utenti del Conservatorio, di poter usufruire anche di quelle altre 12 aule in vista anche degli esami di fine corso e soprattutto dell’arrivo dell’estate che vede la struttura frequentata maggiormente anche per nuovi corsi e manifestazioni.

Nella giornata di domani i tecnici della Provincia insieme ai VV.FF. valuteranno tecnicamente come poter mettere in atto queste soluzioni altenartive che permetterebbero l’utilizzo di tutta la struttura in condizioni, però, di sicurezza, questo perché a noi provincia sta a cuore sia la sicurezza dei ragazzi che la fruizione degli spazi con il prosieguo delle lezioni garantendo la qualità dell’offerta formativa a 360°.

Ringrazio ancora una volta il direttore m° dott. D’Antò ed il Presidente dott. Tarquini per la sensibilità dimostrata nei giorni degli eventi che hanno determinato all’interdizione degli spazi e soprattutto per la pazienza che stanno usando nei confronti delle Istituzioni che stanno comunque cercando di operare nel più breve tempo possibile.>>

Menu