29 febbraio 2012 redazione@ciociaria24.net

Comune Frosinone: approvate importanti delibere su opere da realizzare in località Colle Timo

Il Consiglio comunale di Frosinone, nella seduta del 28 febbraio, ha approvato  importanti delibere su opere da realizzare in località Colle Timo.

Opere legate alla presentazione della candidatura definitiva alla seconda fase del Plus (Piano locale e urbano di sviluppo). Piano, presentato dall’Amministrazione guidata dal Sindaco Michele Marini, dichiarato ammissibile (è stato l’unico in provincia ad ottenere il punteggio utile per l’ammissione alla seconda fase) dall’Autorità di gestione del Piano operativo regionale, cofinanziato dal Fondo strutturale europeo di sviluppo regionale relativo al periodo 2007/2013. La proposta presentata dal Comune di Frosinone riguarda la rigenerazione delle funzioni economiche, sociali e ambientali del quartiere “Colle Timio” – Corso Lazio.

Con l’approvazione delle cinque delibere approvate dal Consiglio comunale si passa quindi alla seconda fase.

Queste, in dettaglio, le delibere approvate nella seduta del 28 febbraio 2012: Lavori di completamento verde pubblico in località Colle Timo. Approvazione progetto preliminare. Adozione di variante agli strumenti urbanistici; Lavori realizzazione di un nuovo asilo nido in località Colle Timo. Approvazione progetto preliminare. Adozione di variante agli strumenti urbanistici; Lavori di miglioramento sicurezza stradale e piste ciclabili in località Colle Timio. Approvazione progetto preliminare. Adozione di variante agli strumenti urbanistici; Lavori di realizzazione di un edificio polivalente per servizi alla persona e centro culturale in località Colle Timo. Approvazione progetto preliminare. Adozione di variante agli strumenti urbanistici; Lavori realizzazione di un nuovo impianto sportivo in località Colle Timio. Approvazione progetto preliminare. Adozione di variante agli strumenti urbanistici.

Il Plus è un documento che racchiude la strategia di recupero dell’area. Può avere un arco temporale di medio–lungo periodo e consiste in un insieme di operazioni integrate finalizzate alla rivitalizzazione economica, sociale e ambientale dei centri urbani attraverso azioni volte a rimuovere i fattori di degrado e a favorire lo sviluppo urbano sostenibile.

 

 

 

 

 

Ciascun Plus deve fare riferimento a un’area circoscritta e a una porzione di territorio omogenea in cui saranno localizzati gli interventi, suddivisi in quattro ambiti tematici: recupero di spazi ed edifici pubblici; inclusione sociale, coesione interna, sviluppo di servizi sociali, turistici e culturali; miglioramento dello stato dell’ambiente, della mobilità e dei trasporti urbani; promozione dell’imprenditorialità e rivitalizzazione del tessuto economico e produttivo.

La selezione dei progetti si articola in due fasi. Nella prima il Comune presenta il dossier di candidatura contenente tutte le informazioni riguardanti il contesto nel quale si interviene, l’articolazione della strategia di recupero e sviluppo dell’area nonché gli interventi per i quali si richiede il finanziamento. Fase che il Comune di Frosinone ha già superato.

Nella seconda fase verranno individuati i Plus destinatari del contributo pubblico, con l’indicazione dei singoli interventi ammessi a finanziamento e con l’indicazione del contributo complessivo concesso.

Menu