18 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Comune di Frosinone: approva il regolamento sull’utilizzo degli strumenti informatici

Il Consiglio Comunale di Frosinone, su proposta dell’assessore al Bilancio e alle Finanze Riccardo Mastrangeli, ha approvato, nella seduta di lunedì 16 settembre 2013, il regolamento sull’utilizzo degli strumenti informatici con riguardo alla disciplina della tutela dei dati personali. Il documento risponde alle politiche di indirizzo generale di governo per il quinquennio 2012-2016 contenuti nel programma dell’Amministrazione Ottaviani e alla volontà di porsi al passo delle più recenti disposizioni normative in materia.

L’informatizzazione delle Pubbliche Amministrazioni, avviata nei primi anni novanta, ha raggiunto un livello di diffusione tale che l’espletamento delle mansioni dei pubblici dipendenti passa quasi esclusivamente per l’utilizzo di tecnologie informatiche e telematiche. Tale diffusione ha determinato notevoli vantaggi, innalzando gradualmente i livelli di economicità, efficienza ed efficacia dell’azione amministrativa, ma ha anche generato una considerevole esposizione al rischio di un utilizzo distorto delle stesse tecnologie.

In particolare, da un lato si rende necessario garantire che il perseguimento delle finalità istituzionali mediante l’utilizzo dei dati personali altrui sia ancorato all’osservanza del c.d. principio di necessità, per il quale i sistemi informativi e i programmi informatici sono configurati riducendo al minimo l’utilizzazione di dati personali e di dati identificativi, in modo da escluderne il trattamento quando le finalità perseguite nei singoli casi possono essere realizzate mediante, rispettivamente, dati anonimi od opportune modalità che permettano di identificare l’interessato solo in caso di necessità.

D’altra parte, vi è l’esigenza dell’Ente di assicurare, mediante l’identificazione di norme comportamentali e di controllo, che l’utilizzo delle dotazioni informatiche sia improntato al mero perseguimento degli obiettivi assegnati a ciascun utilizzatore, prevenendo e perseguendo qualunque condotta contraria agli obblighi di diligenza, correttezza e riservatezza, pacificamente estendibili, nonostante la loro derivazione civilistica, al pubblico impiego.

Su queste basi nasce, pertanto, l’esigenza di dotarsi di un Regolamento sul corretto utilizzo di tutte le dotazioni informatiche che contiene, oltre ai richiami sulle principali prescrizioni previste dalla legislazione nazionale, le necessarie integrazioni normative correlate alle dinamiche peculiari dell’Ente. Il personale potrà, quindi, utilizzare gli strumenti informatici e la rete internet esclusivamente per finalità istituzionali e per ragioni d’ufficio, mentre non sarà possibile, ad esempio, scaricare file e programmi che non siano connessi a scopi di servizio; caricare file di alcun genere esterni alla rete del Comune di Frosinone; la consultazione e l’utilizzazione di posta elettronica esterna o diversa da quella istituzionale tramite portali internet; la partecipazione a blog o chat esterni alla rete del Comune di Frosinone; l’utilizzo di protocolli streaming che consentono, ad esempio, di ascoltare radio o vedere materiali video da siti diversi da quelli istituzionali e l’uso di programmi peer to peer.

“Con questo regolamento – ha detto l’assessore Mastrangeli – il Comune di Frosinone compie un altro passo verso la modernità e la trasparenza dotandosi di uno strumento che garantisce un uso corretto dei supporti informatici per la tutela dei dati dei cittadini e dei dipendenti comunali”.

Menu