mercoledì 8 gennaio 2014

COGNOME MATERNO: PER STRASBURGO SI PUO’. ITALIA CONDANNATA

La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, con sede a Strasburgo, ha decretato ieri che dare ad un figlio il cognome della madre è un diritto. L’Italia, che si era opposta all’attribuzione del cognome materno ai tre figli dell’Avv. Luigi Fazzo e della ex ricercatrice Alessandra Cusan, è stata dunque condannata. Motivazione: la regola è discriminatoria per le donne. Attualmente nella nostra nazione è possibile portare solo il doppio cognome. Un meccanismo per l’attribuzione del solo cognome materno tuttavia esiste già, ma secondo il ministro Cancellieri non sarebbe abbastanza efficace.