CISL FP: “L’inerzia delle amministrazioni gioca sulla pelle dei lavoratori della Multiservizi”

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa emessa dalla CISL FP di Frosinone

Arrivati ad un momento cruciale della vicenda Multiservizi, la CISL FP di Frosinone fa il punto sulla rovente questione. La presa di posizione della O. S. dello scorso ottobre in cui si paventava che l’attesa, da parte del Comune di Frosinone, per la decisione della Corte dei Conti fosse un alibi per rinviare ogni decisione ed aspettare il maturare di altri eventi, oggi viene confermata. La pubblicazione di un Avviso Pubblico per la ricerca di cooperative sociali di tipo  B alle quali affidare i singoli servizi, attualmente gestiti nella loro totalità dalla Multiservizi, va in questa direzione. Per evitare che la situazione diventasse così drammatica, la CISL FP negli scorsi mesi ha sollecitato in tutti i modi sia il Comune di Frosinone che i liquidatori della Multiservizi ad attivarsi e a svolgere il proprio ruolo per ricercare soluzioni condivise. Risultato? Inerzia totale.

Il Comune di Frosinone, dopo che la Corte dei Conti, com’era prevedibile,  ha rimandato la potestà delle scelte operative all’Ente, non ha fatto niente. Il Comune di Alatri, in attesa che il Comune di Frosinone assumesse una decisione in merito, invece ha riaffidato i servizi,. Dopo mesi di richieste di incontro da parte della CISL FP su un serio piano industriale comune agli Enti di Frosinone e di Alatri per la costituita Società Servizi Strumentali srl, preceduto da una piano di fattibilità sul recupero dei crediti non riscossi dalla Multiservizi, dal cilindro viene fuori il coniglio dell’Avviso Pubblico che limita l’affidamento solo alle cooperative sociali di tipo B, quelle con una percentuale di almeno il 30% di soci lavoratori svantaggiati, requisiti non soddisfatti dalla larga maggioranza degli attuali lavoratori della Multiservizi. Inoltre l’Avviso Pubblico prevede la suddivisione dei servizi, oggi gestiti dalla Multiservizi, in diversi capitoli. Perché? Qual’è il ruolo della Servizi Strumentali srl ad oggi? A proposito di legittimità, in un’ottica di spending review, come può giustificare il Comune di Frosinone tre diversi soggetti per la gestione degli stessi servizi? Un detto famoso recita: “ a pensare male si fa peccato ma spesso ci si indovina”,

I Liquidatori della Multiservizi come stanno adempiendo ai loro compiti? Stanno procedendo al recupero delle somme nei confronti degli Enti creditori? Non ritengono di dover impugnare, per quanto di loro competenza, l’emanazione, da parte del Comune di Frosinone, dell’Avviso Pubblico, a salvaguardia degli interessi della   Multiservizi? La CISL FP di Frosinone denuncia l’inerzia funzionale assoluta! Appare evidente che il risultato sia di non rinnovare, alla scadenza del 31 marzo p. v., l’affidamento dei servizi alla Multiservizi lasciando i lavoratori senza tutela, vanificando la disponibilità manifestata dalla Regione Lazio ad intervenire, sulla base di una concreta strategia industriale.

Il sub commissario della CISL FP di Frosinone, Francesca Coscarella, ribadisce di essere pronta ad intraprendere nelle sedi opportune ogni iniziativa a tutela di tutti i lavoratori, richiamando i soggetti istituzionali coinvolti alle responsabilità di ciascuno e collettive nei confronti della gestione di questi servizi Pubblici e verso i singoli dipendenti nelle sedi opportune.

Menu