5 dicembre 2012 redazione@ciociaria24.net

Ci riporteranno a votare con il Porcellum, siamo l’ultimo dei loro pensieri…

Intendiamoci: non pensavamo di essere l’oggetto delle preoccupazioni di senatori e deputati; sappiamo che la loro paura più grande è il “Movimento Cinque Stelle”, non certo il voto del popolo. Tuttavia speravamo vivamente in una riforma elettorale che ci permettesse di tornare a scegliere il nostro rappresentante preferito nelle due Camere nazionali, invece di limitarci a barrare il simbolo di un partito che fa capo ad una lista di nomi decisi dai vertici del partito stesso, come è accaduto nelle ultime due elezioni politiche del 2006 e del 2008.

E invece niente. Le continue fumate nere delle ultime settimane, con molta probabilità, ci costringeranno a votare con il Porcellum, ossia con le liste bloccate, anche alle prossime Politiche. A nulla sono valsi gli appelli di Napolitano e di molte forze politiche affinché, in un momento di sfiducia totale della gente nei confronti della politica, si restituisse al popolo italiano la possibilità di barrare nomi e cognomi di deputati e senatori sulla scheda elettorale. Premi di maggioranza, numero dei seggi e lotte intestine per contenere il più possibile la supremazia del vincitore: questi sono stati i principali motivi di interesse dei due più importanti partiti nazionali nel tracciare l’iter della riforma elettorale. E noi? Beh, noi…siamo l’ultimo dei loro pensieri.

Lorenzo Mascolo – 24Network

Menu