Celebrata la Giornata mondiale del Libro a Palazzo Iacobucci. Presente l’Assessore Abbate

Si è celebrata, ieri pomeriggio, nel Salone di rappresentanza del palazzo della Provincia, l’annuale appuntamento conla Giornatamondiale del libro, occasione per puntare i riflettori sull’importanza della lettura nel percorso di crescita individuale. Nel corso dell’appuntamento di Frosinone, organizzato dal Sistema bibliotecario della Valle del Sacco, si è svolta anche la cerimonia conclusiva del “Premio al lettore2011”, riconoscimento ai più assidui frequentatori, junior e senior, delle biblioteche: Lorella Sica per la categoria adulti; Florian Diaconu  per i ragazzi. “Appunti di un venditore di donne”, di Giorgio Faletti è risultato invece il libro più richiesto dagli utenti.

Una riuscita cerimonia con la performance dell’attore frusinate Davide Fischanger, che ha letto passi scelti estrapolati dal libro “Bar Sport” di Stefano Benni, accompagnato dal sassofonista Filiberto Palermini. Anche le istituzioni non hanno voluto far mancare la loro presenza. Hanno portato il saluto il presidente del Sistema bibliotecario e documentario “Valle del Sacco”, Danilo Collepardi; il prof. Marcello Carlino dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e naturalmente l’Assessore provinciale alla Cultura, Antonio Abbate.

In quella che sta man mano assumendo il riconosciuto ruolo di Casa della Cultura della Provincia di Frosinone, ossia palazzo Iacobucci – ha dichiarato Abbateabbiamo voluto ospitare l’importante ricorrenza della Giornata mondiale del libro. Promuovere la lettura resta il nostro imperativo: esortare alla conoscenza deve esser un impegno che non si limiti solamente a questa giornata, ma deve essere  costante e quotidiano, in particolare da parte delle istituzioni. La Provincia, sotto la guida della giunta Iannarilli, questo dovere lo sta assolvendo in pieno, divenendo motore di spinta di un fervore di iniziative che sta interessando il territorio. L’occasione della Giornata del libro mi offre lo spunto per annunciare l’avvio di un progetto per la realizzazione di una piattaforma informatica, in cui i comuni potranno inserire materiale bibliotecario e d’archivio. Una sorta di contenitore di informazioni sulla storia del nostro territorio, a disposizione di tutti, studiosi e cittadini, e consultabile con un semplice clic del mouse”.

Menu