13 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Catturato dalla Polizia “L’uomo ragno”: 35enne di Frosinone finisce in carcere dopo alcuni furti

Un passato con numerosi precedenti per reati predatori quello di un trentacinquenne frusinate abile nel mettere a segno i suoi colpi lanciandosi dalle finestre delle abitazioni. Proprio questa spiccata agilità conferisce al giovane l’appellativo di “uomo ragno”. Non più di due giorni fa lo spericolato malfattore tenta di compiere un furto in un’abitazione.

L’allarme al 113, che invia immediatamente sul posto gli agenti, lo mette in fuga, ma gli operatori lo riconoscono e lo raggiungono presso la sua abitazione. Il malvivente alla vista degli agenti li minaccia con un coltello lanciandosi poi dal balcone e dandosi a precipitosa fuga.

Riesce così a far perdere le sue tracce. Il giorno seguente dopo un nuovo furto finisce agli arresti domiciliari, ma non finisce però la sua passione per i furti. Un agente della Sezione Volanti, infatti, libero dal servizio, lo vede transitare con fare sospetto lungo le vie del centro cittadino e lo insegue riuscendo successivamente con l’ausilio delle pattuglie sopraggiunte a bloccarlo. Dopo questo episodio è stata notificata all’uomo l’Ordinanza della custodia cautelare in carcere.

 

Menu