Pubblicità
venerdì 30 marzo 2012

Caritas: In Italia sempre più poveri (di Gianni Federico)

Veroli – In Italia ci sono sempre più poveri soprattutto tra gli under 35, a
ricordarcelo è il nuovo rapporto che la Caritas insieme alla Fondazione Zancan
stilano ogni anno per osservare il fenomeno della povertà nel nostro paese. Il
rapporto si affida ai dati Istat i quali hanno rilevato che dal 2007 al 2011 i
poveri sono aumentati del 15,8% arrivando ad essere più di 8 milioni e il
fenomeno nel tempo è anche cambiato perchè i nuovi poveri italiani, a volte,
possiedono anche una casa e un lavoro ma hanno enormi difficoltà ad arrivare
alla fine del mese, ad evidenziare questo fenomeno sono le numerose richieste
d’aiuto che arrivano alla caritas che da sempre è impegnata sul territorio
nazionale, attraverso centinaia di Centri di Ascolto. Nel quadriennio preso in
considerazione la Caritas ha riscontrato un aumento dell’80% nelle richieste di
aiuto economico proveniente sia da cittadini italiani che da cittadini
stranieri residenti nel nostro paese. Anche la Caritas della Diocesi di
Frosinone-Veroli-Ferentino  viste le numerose richieste giunte negli ultimi
mesi sta cercando di aumentare le energie per dare risposte immediate alla
gente della Ciociaria che si trova in difficoltà. Per il 31 marzo si sta
organizzando la “Raccolta Alimentare” presso i supermercati e negozi di
alimentari a sostegno degli interventi caritativi parrocchiali e per
sensibilizzare tutti quelli che vorranno offrire una piccola spesa a favore di
chi non ce la fa, a tal proposito sui volantini pubblicitariè stato messo un
brano del discorso di Papa Benedetto XVI pronunciato all’udienza per il 40°
anniversario della Caritas Italiana: < Ciascuno è chiamato a dare il suo
contributo affinchè l’amore con cui siamo da sempre e per sempre amati da Dio
divenga operosità della vita, forza di servizio, consapevolezza della
responsabilità>. L’undicesimo rapporto della Caritas inoltre vuole mettere in
evidenza il fatto che oltre ad una povertà economica le persone in difficoltà
si sentono private anche dei loro diritti, perchè quello economico è solo il
primo di una serie di problemi che vengono posti dalle persone che si rivolgono
ai centri, Associazioni di volontariato, parrocchie e altri enti vengono sempre
più spesso interpellate per problemi di natura occupazionale e abitativa ma
anche per problemi familiari. Ma la Caritas indica di dedicare maggiore
attenzione a come vengono investite le risorse riservate alla Spesa Sociale,
perchè si continua a ragionare, da parte dei comuni che spendono senza un reale
criterio orientato al futuro, in una logica di emergenza , si preferisce
erogare contributi economici invece di attivare servizi sul territorio. Ne
consegue che si sta creando una situazione frutto di scelte politiche  che
rischiano di rendere cronico il problema della povertà invece di risolverlo.
Nel frattempo che la politica cambi registro dunque, tutti siamo chiamati ad
aiutare i nostri concittadini che si trovano in difficoltà con la speranza, mai
riposta, che molto presto riescano a rialzare la testa con la stessa dignità
con cui hanno sofferto.

Gianni Federico

PUBBLIREDAZIONALE - Impossibile resistere alle offerte dell'estate Peugeot.