martedì 6 marzo 2012

Isola del Liri – Carenza di parcheggi ad Arpino

Uno dei problemi più seri per l’economia del centro storico continua ad essere quello dei parcheggi. E’ questo, “problema del centro storico”, non solo per la grave perdita economica che le piccole attività commerciali ivi esercenti sono costrette a subire a causa della continua fuga dei clienti verso i centri commerciali vicini, ma soprattutto per il notevole deprezzamento subìto dalle proprietà commerciali e residenziali ivi situate. A tal proposito non è un mistero constatare che tantissime abitazioni sono da anni vuote e non più utilizzate, situazione questa dovuta da una parte alla effettiva mancanza occupazionale nel centro urbano e conseguente mancanza di richiesta abitativa, dall’altra dalla carenza di servizi pertinenziali, quali appunto i parcheggi, di quelle pochissime unità poste dai privati sul  mercato immobiliare e/o direttamente utilizzate.

Queste considerazioni si traducono nella realtà con lo svuotamento del centro storico e la sua morte urbanistica. A rendere la situazione ancor più pesante, a fronte dell’utopica visione di un paese volto al turismo, è la carente e strutturale penuria di parcheggi destinati all’attività ricettiva, frutto di pluriennali scelte strategicamente poco azzeccate nel migliore dei casi e, nel peggiore, frutto di scelte assolutamente inesistenti. La cosa più sconvolgente, a tal riguardo, è l’assoluta indifferenza che la nostra Amministrazione dedica alla risoluzione di quanto esposto: gli interventi proposti e, pare, in via di realizzazione si delineano come circostanziali e comunque molto poco risolutori quasi, direi, pensati e finalizzati solo alla loro realizzazione ma non alla soluzione dei problemi reali; si consideri il parcheggio in Via M. T. Tirone previsto con una capienza di soli 30 posti auto a fronte di un notevole investimento per la sua costruzione, mentre il parcheggio sito al di sotto di Corso Tulliano sembra quasi essere riservato ai soli dipendenti comunali o, ancor peggio, quello sito in località Ponte è diventato il deposito incustodito della sabbia da utilizzarsi – se ce ne rimane –  una volta l’anno per la corsa degli asini prevista in occasione del Gonfalone.

Un manifesto pubblicato qualche anno fa nella medesima circostanza, recitava testualmente: “Arpino, dove gli asini volano!!”

L’Assessore Prof. Ing. Gianluca QUADRINI

PUBBLIREDAZIONALE - La promozione resterà in vigore fino al prossimo 24 Ottobre.

Ti potrebbe interessare
Osteopatia: a Roma trovi mani magiche

Osteopatia Roma - Avvalersi del solo ausilio delle proprie mani per visitare ed emettere diagnosi: possibile? Certo che sì, con l'osteopatia! L’importante è ...

Bed and Breakfast The Center of Rome: il giusto rapporto qualità prezzo lo abbiamo trovato noi

Bed and Breakfast Rome center - Non pretendiamo certo di essere i detentori della verità, ma se vi diciamo che con il Bed and Breakfast The ...

Linfodrenaggio a Roma? Ecco come fare per andare sul sicuro

Linfodrenaggio Roma - A Roma c'è un luogo dove svolgere delle sedute di linfodrenaggio che offre un servizio davvero strepitoso. Ciò che ci ...

Blog Aziendale vs Pagina Facebook: 2-0 a tavolino

Blog Aziendali - Video, video e ancora video. Perlopiù comici, di denuncia o di intrattenimento in genere. Questo è ciò che si visualizza da ...