9 novembre 2012 redazione@ciociaria24.net

CARDINALI: “sull’affidamento della manutenzione strade costanzo finge di non conoscere le procedure di sempre”

“Il Consigliere del Pd, Simone Costanzo, ha lanciato sugli organi di stampa una offensiva di tipo scandalistico su un fatto che egli conosce benissimo per essere stato assessore di questo stesso Ente. Non è accaduto nulla di nuovo nell’affidamento lavori di manutenzione delle strade e, soprattutto, nulla contro i lavoratori della Multiservizi.

Non entrando nel merito dell’affidamento in house operato dalla vecchia amministrazione alla società Multiservizi di parte delle attività di manutenzione delle strade, si sottolinea che non sarebbe stato possibile coprire con la società interessata tutte le necessarie ed indispensabili operazioni finalizzate al mantenimento in esercizio della rete viaria provinciale con la necessità di ricorrere comunque a ditte esterne. Ciò è avvalorato dal fatto che precedentemente la vecchia amministrazione si avvaleva della prestazione di operatori stradali attraverso società interinali, portava a compimento la manutenzione con l’ausilio considerevole di ditte esterne.

La gestione delle strade affidata alla provincia di Frosinone comprensiva di 1560 km. di strade provinciali e 520 di regionali, è affidata da sempre a sette distinti servizi al fine di ottimizzare gli interventi di manutenzione mirati a garantire il mantenimento del patrimonio stradale. Servizi che sono diretti e coordinati da differenti funzionari che sovrintendono le singole strade assegnate. Pertanto la Provincia da sempre ha effettuato appalti distinti per ciascun servizio, come pure è avvenuto per gli affidamenti a sette ditte private adottati per la ricollocazione durata oltre un anno dei lavoratori della ex Multiservizi.

La gestione unica della manutenzione degli oltre 2000 km di strade ad un solo operatore economico, a fronte della peculiarità e dell’ estensione della rete viaria della Provincia, non è mai risultata percorribile per una difficoltà di gestione dell’appalto stesso da parte, appunto, dei sette diversi responsabili dei servizi stradali. Il tutto anche in conformità del comma 1bis dell’art.2 del Decreto legislativo 163 del 2006 che favorisce l’ accesso alle piccole e medie imprese. Per quanto riguarda l’appalto precedente per la ricollocazione dei lavoratori Multiservizi, che comunque, come detto, non copriva tutti i lavori da fare sulla rete stradale, non è stato possibile rinnovarlo a causa dei tagli che sono stati fatti dal Governo, sostenuto anche dal Pd.

Per quanto riguarda il sistema di affidamento, gli Uffici hanno attivato le procedure di cui all’art.122 comma7 del Decreto Legislativo 163 del 2006, avendo avuto cura di predisporre preliminarmente un avviso pubblico per l’ istituzione di elenco di operatori economici idonei da cui individuare i soggetti da invitare alla formulazione dell’offerta”. E’ quanto dichiara l’Assessore ai Lavori Pubblici della Provincia di Frosinone, Alessandro Cardinali.

Menu