giovedì 29 marzo 2012

Carabinieri sventano rapina e arrestano quattro campani

Negli ultimi mesi sul territorio della provincia di Frosinone si è registrata una significativa recrudescenza del fenomeno delle rapine in danno di istituti di credito ed esercizi commerciali, presi d’assalto da pericolosi malviventi, in talune occasioni armati di pistola e/o taglierino. Il fenomeno veniva da subito attenzionato dal personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Frosinone e dalla Stazione Capoluogo che sulla base delle disposizioni impartite dal Comandante Provinciale, Col. Antonio Menga, il Capitano Pietro Dimiccoli Comandante della Compagnia predisponeva un piano di servizi antirapina finalizzati sia alla prevenzione che alla repressione del fenomeno in argomento, previa sensibilizzazione dei responsabili degli istituti di credito e dei titolari di attività commerciali.

La scelta delle modalità operative si concretizzava durante il pomeriggio di ieri allorquando personale del NORM veniva informato da un esercente dello strano transito in questa via Aldo Moro, nelle vicinanze di obiettivi sensibili, di un’autovettura con tre uomini e una donna a bordo. A seguito di tale segnalazione veniva attuato il piano che permetteva di rintracciare i quattro mentre stavano per entrare all’interno di una gioielleria mentre altro uomo attendeva poco distante alla guida di un’autovettura a motore acceso. All’arrivo dei militari gli sconosciuti desistevano dall’intento criminoso dandosi a precipitosa fuga a bordo del veicolo su cui era in attesa il complice. Ne conseguiva pertanto un inseguimento da parte dei militari del NORM e della locale Stazione, nel corso del quale i malviventi si disfacevano di una pistola con matricola abrasa, completa di caricatore e cartucce, prontamente recuperata dagli operanti che conseguentemente riuscivano a bloccare i fuggiaschi nel sottopasso della SR156 Monti Lepini.

All’interno dell’autovettura si rinveniva un borsone contenente delle fasce stringi cavo utilizzate solitamente dei rapinatori per immobilizzare le loro vittime nel corso delle rapine. Successivamente, i predetti quattro malfattori identificati in:

  • ESPOSITO Gennaro 33enne di Napoli, già censito per reati contro patrimonio, in materia armi, evasione e altro
  • GALIERO Domenico 31enne di Napoli, non censito
  • VENEROSO Francesco 28enne di Napoli, non censito
  • CELESTE Maria 25enne di Napoli, già censita per illecito amministrativo in materia di stupefacenti

Venivano tratti in arresto per concorso in detenzione e porto di pistola con matricola abrasa e resistenza a P.U. In sostanza l’attività svolta ha permesso di sventare una rapina di gioielleria ubicata in pieno centro ed arrestare i responsabili del piano criminoso facenti parte dalla malavita campana.

PUBBLIREDAZIONALE - Un lavoro costante ed equilibrato svolto per un periodo compreso tra le sei e le otto settimane è in genere ideale per poter recuperare le facoltà motorie e reimpossessarsi della propria quotidianità.

PUBBLIREDAZIONALE - Un punto di riferimento per chi è in cerca di assistenti familiari/badanti. La sede è a Sora in viale S. Domenico n.1