Biennale d’Arte Contemporanea: un successo per la città di Anagni

120 artisti in campo per esporre 180 opere nella “Biennale di Arte Contemporanea”, una manifestazione fortemente voluta dall’Amministrazione provinciale e da quelle dei vari Comuni coinvolti: Anagni, Alatri e Frosinone. Finalizzato alla promozione e alla valorizzazione degli artisti nazionali, internazionali e locali, il concorso, che si concluderà il prossimo 30 aprile, prevede l’assegnazione di un premio in denaro; inoltre, tutte le opere esposte saranno pubblicate in un catalogo e ogni sezione avrà un premio consistente in mostre collettive e personali a Roma, Frosinone e Viterbo e in prestigiose sale espositive.La Biennale, diretta artisticamente da Alfio Borghese, si suddivide in cinque sezioni: pittura, i cui quadri saranno esposti nella Villa Comunale di Frosinone e ad Alatri al Chiostro di San Francesco; scultura, le cui opere saranno presentate pressola Villa Comunaledi Frosinone; arte fotografica, nella Villa Comunale di Frosinone e ad Alatri al Chiostro di San Francesco, video arte, ad Alatri; arte virtuale e installazioni, ad Alatri al Chiostro di San Francesco. Nell’ambito della Biennale, fino al 30 aprile, inoltre saranno ospitate 4 personali: ad Anagni Rocco Alonzi “Zoo industriale” nella sala della Ragione e Paolo Gaetani “Reportage” nella sala della Colonna; a Frosinone Edda Carminucci presso la saletta Biondi in Corso della Repubblica e Gian Carlo Riccardi “L’impossibile velo” nell’atrio della Amministrazione Provinciale (dall’11 al 21 aprile).

«E’ una grande soddisfazione per noi – dichiara il vice sindaco di Anagni e assessore alla Cultura Daniele Nataliapoter ospitare opere di artisti di fama nazionale ed internazionale. Conla Biennaled’Arte Contemporanea, Anagni conferma ed accresce la sua naturale vocazione artistica e culturale, ancor più se si considera il fatto che si tratta di opere esposte nelle più belle sale dei palazzi del nostro centro storico. Non a caso la nostra città è stata scelta quale meta privilegiata per questo importante evento culturale; mi auguro quindi che i visitatori non manchino e che anche i più giovani riescano a comprendere l’importanza di questa manifestazione».

«Un ringraziamento va senza dubbio agli organizzatori della Biennale d’Arte Contemporanea – aggiunge il sindaco di Anagni dottor Carlo Notoper aver saputo cogliere in Anagni quello spirito artistico e culturale che fa della città un bacino naturale per ospitare mostre e manifestazioni di alto profilo e rilevante spessore».

Menu