15 settembre 2016 redazione@ciociaria24.net

Bernardini: «In provincia di Frosinone 300 alunni con disabilità medio/grave senza assistenza specialistica»

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa a firma del consigliere provinciale PSI, Gianni Bernardini.

«“In provincia di frosinone molte scuole hanno avuto già inizio da qualche giorno, e purtroppo, come ogni anno, non è partito, insieme agli altri, il servizio di assistenza specialistica rivolto agli alunni con disabilità. Nelle scuole della provincia di roma, invece, il servizio è partito puntualmente. Infatti la Regione Lazio con le determine “G08943 del 04/08/2016 di €. 7.065.949,16” e, la successive sua rettifica “G10129 del 09/09/2016 di complessivi €. 11.724.768,00”
entrambe a firma dell’ Avv.ssa Elisabetta longo (Dir. Amm.tore Ass.to politiche alla Scuola) e’ stato comunicato, il finanziamento alle singole scuole della sola provincia di Roma.

Ci si chiede:

a. Gli alunni delle altre province sono forse diversi di quelli della provincia di roma ?
b. C’è stata una mancanza di trasmissione dati da parte delle province alla regione ?
c. La regione ha comunicato il finanziamento alle province ?
d. Quando le province provvederanno ad inviare alle singole scuole lo spettante finanziamento?
e. Dovendo poi le scuole procedere con i relativi bandi o gare di appalto, quando i nostri ragazzi avranno il servizio di assistenza specialistica ?

Il prezzo più caro ogni anno lo pagano i ragazzi e loro famiglie, invece di ricevere tranquillità e serenità, sono costretti a subire questi disservizi. Resta il rammarico che, ancora una volta, non è stato affrontato il problema nei modi e nei tempi giusti, ogni anno siamo alle solite, l’amministrazione provinciale competente della delicata materia, è presa solamente, dalle diatribe interne di maggioranza e di giochi di potere e puntualmente dimentica le fasce più deboli.
La provincia di Frosinone dimostra di fatto un peso politico nullo nei confronti della Regione Lazio eppure la provincia che la fa da padrona, Roma in questo caso, è sempre di centro sinistra”».

Menu