venerdì 24 giugno 2016 redazione@frosinone24.com

Beccati a Frosinone tre giovani napoletani autori di altrettanti “singolari” furti

Nel corso della nottata, in Frosinone, i Carabinieri del NORM della locale Compagnia hanno arrestato in arresto in flagranza di reato per “concorso in furto aggravato continuato” tre giovani di origine napoletana di 21, 22 e 23 anni, i primi due già censiti. I tre sono stati sorpresi in via Mastruccia, all’angolo di via Maria, mentre a piedi si aggiravano tra le autovetture in sosta.

I militari operanti, insospettiti dalla presenza dei tre in piena notte in quelle zone, li hanno sottoposti a perquisizione personale rinvenendo ben celati diversi attrezzi specialistici da meccanico e le chiavi di un’Alfa Romeo Mito, nel cui portabagagli venivano recuperati e posti sotto sequestro tre catalizzatori asportati la stessa notte da altrettante autovetture parcheggiate lungo la pubblica in zona Cavoni (Fiat Doblò), in via Mastruccia (Fiat Multipla) e Viale Madrid (Alfa Romeo 156).

I tre catalizzatori sono stati restituiti ai legittimi proprietari, mentre le attrezzature utilizzate per perpetrare i furti poste sotto sequestro. I tre malfattori dopo le formalità di rito sono stati rinchiusi presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Frosinone, in attesa del rito direttissimo. Gli stessi, sono stati proposti altresì per l’irrogazione della misura di prevenzione del F.V.O., con divieto di ritorno nel capoluogo per anni tre. Il danno complessivo ammonterebbe a circa 4.000 euro e la refurtiva verosimilmente sarebbe stata rivenduta dai tre arrestati, poiché i catalizzatori conterrebbero piccole quantità di metalli pregiati.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA