VEROLI – Basket Legadue, presentazione Verona-Veroli

Veroli – Il countdown finale è arrivato perchè si gioca la ventinovesina
giornata di Legadue-Eurobet, la penultima, si giocherà in contemporanea su
tutti i campi alle ore 19,00 e sarà così anche per la diretta di Rai Sport
Reggio per la gara Reggio Emilia-Imola che farà accendere i riflettori su tutti
parquet della serie A2 con maggiore interesse per la lotta promozione diretta
tra Reggio Emilia, Brindisi e Scafati, anche se gli emiliani hanno quattro
punti di vantaggio dalle due dirette inseguitrici e sentono già odore di
promozione. Al PalaOlimpia di Verona invece va sullo schermo un film già visto in diverse stagioni passate ma questa volta su quello schermo apparirà il gran ballo tra due deluse del campionato, la Tezenis Verona e la Prima Veroli, due formazioni che ad inizio stagione avevano obiettivi ben precisi ed ambizioni molto importanti, questo i motivi per cui erano state costruite, per vincere il campionato, entrambe invece sono state costrette a recuperare dopo una partenza difficile e complicata. Nel palasport della città scaligera si prevedono circa 4 mila spettatori per questa gara importante in chiave play off, coach Martelossi ha già nominato il suo condottiero che risponde al nome di Mario West, l’ala Usa nato in Alabama dovrebbe essere l’uomo giusto per fermare Jarrius Jackson, l’ago della bilancia delle vittorie verolane, l’uomo che non chiede mai, il giocatore che tutte le squadre vorrebbero, che però nelle ultime uscite è sembrato poco concentrato e con le batterie alquanto scariche, anche se l’americano di Monroe essendo un talento può esplodere come e quando vuole.
All’ombra della famosa Arena si annunciano spettacolari duelli tra i lunghi dei
due quintetti: Waleskowski, che nelle ultime tre gare è andato sempre in doppia
doppia, l’italiano Di Giuliomaria, l’altro colosso Renzi e l’ex giallorosso
Diego Banti, se la vedranno rispettivamento con Brkic, sempre più uomo
risolutore sotto canestro, con Gerard Lee, che non cerca scuse nei rimbalzi, e
Bj Elder, finalmente rientrato nei ranghi dopo l’infortunio e pronto per ogni
situazione grazie alla sua duttilità. Coach Nando Gentile confida anche nella
prova dell’italo-americano Antony Giovacchini che è un giocatore compassato e intelligente per il duello centrale del match contro il playmaker di Santa Fè
Antonio Porta che ha come soprannome “il re degli assist”. Giovacchini avrà
l’ingrato compito di fermare le sue accelerazioni che sono poi il motore vero
della Tezenis. Dalla panchina giallorossa come al solito sono pronti ad uscire
Riccardo Cortese e Roberto Rullo che oltre a difendere dovranno centrare il
ferro dall’arco con precisione chirurgica. L’altro centro, Marco Ammannato
rientra dopo l’infortunio e potrebbe dare un apporto maggiore in difesa mentre
non si sa ancora se coach Gentile potrà avvalersi delle giocate di Martin
Colussi perchè l’ala di Maniago da tempo sembra aver lasciato la sua testa a
Caserta. Per la Tezenis Verona e la Prima Veroli la penultima giornata della
regular season si trasformerà in una finale nella quale però potrebbero
nascondersi delle sorprese per la squadra della città dei Montecchi e Capuleti,
perchè Gentile ha preparato questa sfida all’ultimo canestro per permettere ai
suoi di giocarsela alla pari con i padroni di casa. Se poi invece dei soliti
Jackson oppure Brkic o Elder qualche altro giocatore darà una prestazioni al di
sopra del suo standard, bè, a quel punto i ciociari possono sperare di poter
accedere ai play off con una settimana di anticipo. Sempre se lo vogliono
naturalmente!

Gianni Federico

Menu