Pubblicità
sabato 10 marzo 2012

Basket Legadue: Aget Imola-Prima Veroli 70-64, brutto ko per i giallorossi

Veroli – Brutta battuta d’arresto per la Prima Veroli che cade malamente sulle
tavole del Palamokador di Faenza, 70-64 il risultato finale, contro un’Aget
Imola rinvigorita dall’arrivo dell’americano Dupree ( 20 punti – 15 di
valutazione) ma anche per una difesa che coach Fucà ha saputo costruire bene e che alla fine è risultata la mossa vincente. I laziali partono bene e Jackson
(25 punti – 28 di valutazione) ispira le giocate dei compagni e sa colpire
dalla distanza con precisione chirurgica, la squadra di casa prima subisce poi
rimonta con un break di 14-3 con il bellissimo duello tutto finlandese tra
Kotti ( 7 punti – 11 di valutazione) e Lee ( 12 punti – 15 di valutazione9
sotto le plance.  Gentile che deve fare a meno del valore aggiunto Bj Elder si
affida alla panchina con Cortse e Colussi che fanno quello che possono ma alla
fine non risulteranno decisivi, così come il giovane talento Roberto Rullo, che
sta attraversando un periodo non brillante, che di solito mette le triple
risolutive ma che stavolta si sono fermate solo sul ferro, allora ci ha pensato
David  Brkic a centrare il cerchio dall’arco e con le penetrazioni a far fronte
alla chiusa di Imola. Tra i padroni di casa i più mobili sono stati Prato,
Cournooh e Dupree, ma coach Fucà ha provato spesso a mischiare le carte
dall’inizio del secondo parziale inserendo Foiera e Masoni perchè Bruttini non
èra al top, dall’altra parte il tecnico verolano Gentile ha inserito  Gatto per
il lavoro nei tagliafuori e per i rimbalzi in attacco dove però gli emiliani
sono stati più bravi e attenti. Brkic e Cournooh  hanno attaccato più volte i
pick & roll che si sono chiude sempre, soprattutto il verolano che ha colpito
spesso in avvicinamento e lay up, ma le scelte del tecnico imolese hanno
premiato la sua squadra che dopo vari tentativi andati a vuoto soprattutto
nella prima parte, ha  trovato la strada del sorpasso con Veroli che è rimasta
a guardare. Dopo il riposo i ritmi dei giallorossi si sono improvvisamente
abbassati e per i bianchi dell’Andrea Costa è stato facile aprire le maglie
difensive costruite dalla Prima con la zona 2-3, non solo, Imola nel terzo e
quarto parziale ha cominciato a difendere forte in area lasciando però molti
spazi aperti ai tiratori verolani che hanno provato dai 6,75 con successo, ma
l’Aget sul finire del terzo tempino è rinvenuta con Dupree e il redivivo
Bruttini. Nell’ultimo quarto la svolta, Veroli mollava gli ormeggi e Imola
accumulava un discreto vantaggio di 8 lunghezze, i ciociari riuscivano ancora
una volta a rimettersi in gioco con tre recuperi di Jackson e Rullo arrivando
ad un solo punto di distacco. Diversi errori e due palloni persi e una saga
infinita di tiri liberi permettevano a Imola di vincere beffando una Prima
Veroli che invece credeva di fare bottino pieno. I laziali non sono riusciti a
chiudere il poker giocando una gara senza mordente ma a tratti bella, ora i
ragazzi della Prima Veroli devono vincere domenica prossima in casa contro la
Centrale del Latte Brescia per rimanere agganciati ai vagoni del treno play off
che non devono perdere per nessun motivo.

Gianni Federico.

PUBBLIREDAZIONALE - Impossibile resistere alle offerte dell'estate Peugeot.