Assessore Cardinali: “il Consigliere Proietti (Anagni) si documenti meglio per non cadere nel demagogico”

“Definirei infelice l’intervento dal Consigliere Comunale del Pd Proietti, per due motivi. Perché non sa quel che dice o, peggio ancora, qualora lo sapesse, perché ne fa un uso demagogico e strumentale”. Dura la replica del Vicepresidente della Provincia Alessandro Cardinali, alla richiesta fatta nei giorni scorsi da Egidio Proietti, in merito alla necessità che vengano installati dei dissuasori di velocità sulla S.P. Anagni-Acuto a tutela dell’incolumità dei pedoni e della circolazione stradale. “Il termine dissuasore adoperato da Proietti, viene associato secondo il D.P.R. 495 del 16/12/1992,  solo ed esclusivamente alla sosta – precisa l’Assessore Provinciale ai LL.PP. Cardinali – Tali dispositivi, infatti, armonizzandosi con gli arredi stradali, devono esercitare un’azione di effettivo impedimento al transito e vengono autorizzati dal Ministero dei Lavori Pubblici. Non ritengo quindi che Proietti abbia fatto riferimento ad essi, chiedendo nelle fattispecie il divieto, in maniera inverosimile, della sosta alle vetture sulla S.P. Anagni-Acuto. Diversamente – prosegue l’Assessore Cardinali – se la nota era indirizzata all’installazione di rallentatori di velocità, meglio noti come “dossi artificiali”, replico al Consigliere Proietti che questi ultimi possono essere posti in opera solo sulle strade residenziali, nei parchi pubblici o privati, e nei residences. Da qui l’impossibilità a procedere sull’arteria provinciale in questione, laddove sarebbero di fatto vietati. Proietti si documenti meglio dunque, per evitare gaffes in materia tecnico-giuridica, o scivoloni demagogici sterili e del tutto inutili”.

E’ quanto dichiara l’Assessore Provinciale ai LL.PP. Alessandro Cardinali.

Menu