APPROVATO BILANCIO AEROPORTI DI FROSINONE, TAGLIATI EMOLUMENTI DEL 50%, PRIORITA’ ASSOLUTA ALL’ELIPORTO

Approvato questa mattina il Bilancio preventivo di Adf Spa, la società aeroportuale di Frosinone. Alcune importanti decisioni sono state prese nel corso della riunione e contenute nel dispositivo. In primo luogo è stata confermata la priorità assoluta alla realizzazione dell’Eliporto finalizzato ad ospitare un centro di interesse regionale della Protezione Civile, per le attività antincendio, per i servizi di eliambulanza e anche ai fini turistici. Su proposta dell’Azionista di maggioranza, cioè la Provincia, il Presidente Picano, i Consiglieri e i componenti il Consiglio sindacale della Società hanno deciso di dimezzare i loro compensi per contenere al massimo i costi di gestione della società. Si risparmieranno così 60.000 euro l’anno. “La società – spiega il Presidente Picano – ha già a disposizione tre ettari e mezzo di terreno che possono essere immediatamente a disposizione dell’eliporto. Dunque tra due settimane ci sara un aggiornameto sul percorso e vedremo per varare le procedure per l’emanazione del bando progettuale per questa opera, in maniera che sia cantierabile quanto prima. Per quanto riguarda l’Aeroporto – continua Picano – prenderemo l’iniziativa affinché la Regione Lazio esperisca quanto si deve per il bando regionale di project financing, in tempo per la conferenza dei servizi del prossimo settembre”. “Credo sia auspicabile – commenta Iannarilli – portare a casa un risultato concreto quale effettivamente può essere la realizzazione dell’eliporto. Si tratta di un’opera molto utile per i servizi alla cittadinanza della nostra provincia e di tutta la regione, risolve il problema dell’assenza nella nostra provincia del servizio di eliambulanza e non presenta problemi di coesistenza con l’eliporto militare. Come sempre sono portato a considerare quel che è realizzabile in concreto e a non dissipare finanze pubbliche in progettazioni che, in questo settore, sono risultate completamente inutili. A breve sarà verificata la procedura, tempi e costi di realizzazione, altro punto discusso molto importante. Ciò perché la Regione Lazio, dal 2006 a oggi, dunque diversi anni di stanziamento per contribuire alla realizzazione e alle spese di progettazione, non ha ancora versato un centesimo. Tutto quel che è stato fatto fino ad ora per l’intera vicenda dell’Aeroporto è il frutto di anticipazioni dell’Ente Provincia”.

Menu