giovedì 31 maggio 2012

ANAGNI – Il consigliere Paolo Frattale replica alle accuse di Sel in merito al futuro dell’area dell’ex polveriera

«Credo che sia giunto il momento di mettere fine al siparietto che Sinistra Ecologia e Libertà, per mezzo della coordinatrice Cacciatori, ha ormai indetto da diversi giorni. Mi sembra infatti che si avanzino delle critiche senza avere a disposizione dati ed informazioni; se l’esponente di Sel ignora il concetto di pianificazione territoriale, non è questo un problema che può riguardare l’amministrazione comunale. Si sta infatti fraintendendo la nostra scelta che è quella di dare un sostegno concreto ed un aiuto al comparto rurale, con tutte le conseguenze che questo comporta: solo da una sterile conoscenza del settore agricolo possono scaturire le affermazioni della signora Cacciatori. Per quanto riguarda poi la questione dei rimborsi relativi ai danni causati dall’emergenza neve, ivi comprese le aziende agricole, credo che anche in questo frangente siano state dette cose non corrette.

Il Comune di Anagni ha infatti avanzato nei tempi e nei modi richiesti la comunicazione all’Ente regionale che ha poi richiesto l’ausilio del nostro agronomo al fine di attuare l’ispezione del territorio comunale e delle realtà rurali più colpite. Sta di fatto che la Regione Lazio, viste le relazioni esperite nei vari settori, ha emesso una declaratoria (di cui si può prendere visione sul sito regionale) in cui, tra gli elenchi dei comuni per i quali è stato accertato un danno significativo superiore al 30% per le aziende agricole, figura anche Anagni. Dopo aver fatto chiarezza, mi auguro che in futuro non si esternino più dichiarazioni dettate solo da impeto e da una scarsa conoscenza degli argomenti; sarebbe invece opportuno verificare non solo i fatti, ma anche la fondatezza delle accuse prima allertare gli organi di stampa».

E’ quanto dichiarato in una nota dal Consigliere Comunale Paolo Frattale