Anagni, 28 aprile – 1 maggio 2012: terza edizione “Rosso Cesanese”

Una quattro giorni per celebrare il Cesanese in un contesto artistico e culturale d’eccezione. La città di Anagni si appresta ad avviare la terza edizione della fortunata manifestazione “Rosso Cesanese”, in programma quest’anno dal 28 aprile al 1 maggio 2012. Un calendario ricco di iniziative ed eventi incentrato sull’esaltazione della qualità dei prodotti esposti e sul potenziale enogastronomico quale fattore di sviluppo e rilancio complessivo del territorio. Grazie alla sinergia nata tra la Strada del Vino Cesanese, il Consorzio di Tutela del Cesanese del Piglio, l’Azienda Speciale della Camera di Commercio di Frosinone per l’Internazionalizzazione, l’Arsial ed il Comune di Anagni, è stato possibile stilare un vasto programma che sarà presentato al pubblico il prossimo sabato 28 aprile alle ore 18.30 presso la Sala della Ragione del Palazzo Comunale anagnino.

Centro propulsivo della manifestazione sarà, come da tradizione, il Salone del Cesanese del Piglio DOCG e del Cesanese di Affile DOC con gli assaggi in anteprima del Cesanese del Piglio DOCG base e superiore 2010 – riserva 2009, unitamente alla presentazione delle nuove annate del Cesanese di Affile DOC base 2010 e superiore 2009. Oltre alla mostra dell’antiquariato, dell’artigianato e degli antichi mestieri allestite nei borghi del suggestivo centro storico, ampio spazio verrà conferito alle degustazioni dell’olio extravergine di oliva, altro protagonista indiscusso delle bontà territoriali dell’area.

Durante il corso della manifestazione sarà possibile recarsi presso il piazzale del Palazzo Comunale dove verrà allestito il Salone dell’oro verde, dedicato per l’appunto all’olio extravergine ciociaro. Un posto rilevante occuperà, in tal senso, il convegno di presentazione dei progetti realizzati nell’ambito del workshop “Le Wine Oil” a cura dell’associazione Distretto del Design in collaborazione con la Condotta Slow Food “Territori del Cesanese” che si terrà martedì 1 maggio alle ore 16.30 presso la Sala Monte Frumentario.

La terza edizione di “Rosso Cesanese” sarà inoltre animata dal “Mercato della Terra” curato dalla condotta Slow Food “Territori del Cesanese” con il patrocinio del Comune di Anagni. «Siamo giunti ormai alla terza edizione di “Rosso Cesanese” – dichiara l’assessore alla Valorizzazione dei Prodotti Tipici Giuseppe Viti, ideatore della fortunata iniziativa – e debbo dire che, di anno in anno, cresce non solo il numero di visitatori che, complice l’arrivo della bella stagione, desidera trascorrere il proprio tempo nella nostra città. A stupirmi è invece il notevole e rilevante riscontro sia nazionale che internazione che un evento come “Rosso Cesanese” è riuscito a guadagnarsi nel corso del tempo, agendo come un vero e proprio catalizzatore di buone proposte ed idee valide per il rilancio complessivo del nostro territorio. Non a caso nel programma di questa edizione abbiamo inserito anche il Mercato della Terra curato dalla Condotta Slow Food “Territori del Cesanese”, proprio per fornire alle eccellenze della nostra terra la giusta visibilità e il giusto spazio. Un ringraziamento lo devo a quella galassia di associazioni e reti che hanno contribuito, a  vario titolo, a far sì che la terza edizione di “Rosso Cesanese” avesse luogo: da più parti si è infatti compreso che la ripresa dell’intero territorio della nostra Provincia, unitamente a quello più vasto di tutta la Ciociaria, deve necessariamente passare attraverso la protezione e la valorizzazione di ciò che Madre Natura ci offre. Vino ed olio in primis, ma soprattutto la possibilità di sintonizzarci con i suoi ritmi e i suoi straordinari processi».

«Rosso Cesanese – aggiunge il sindaco Carlo Notorappresenta per Anagni una prestigiosa vetrina, dal momento che stiamo parlando di una manifestazione che non solo incrementa il flusso turistico nella nostra città, ma contribuisce soprattutto alla diffusione e alla conoscenza della nostra storia, della nostra arte e della nostra cultura. Coniugare infatti sapori della terra e patrimonio artistico rappresenta sì un coraggioso esperimento ma anche un’opportunità che noi tutti abbiamo a disposizione e che dobbiamo pienamente sfruttare per innescare un circolo virtuoso fatto di ottimismo ed amore per il proprio territorio. Sono sicuro che anche quest’anno “Rosso Cesanese” riuscirà a regalare alla nostra città giornate ricche di eventi e partecipazione, nella piena consapevolezza che simili eventi vadano non solo sponsorizzati ma soprattutto incentivati».

 

Menu