Allarme rosso in Cardiologia a Frosinone: ecco quali sono i problemi da risolvere

La FP CGIL di Frosinone torna a chiedere al Direttore Generale della ASL di Frosinone, interventi immediati ed urgenti per risolvere le criticità relative al carico di lavoro eccessivo che grava sul personale turnista del reparto di Cardiologia/UTIC e che espone a rischi inaccettabili l’utenza ed i lavoratori.

La scrivente Organizzazione sindacale nel corso di un incontro con la Direzione Sanitaria Aziendale aveva già in passato denunciato problemi organizzativi dell’Unità Operativa in argomento e di carenza di personale infermieristico e spiace dover constatare che però a tutt’oggi nessun provvedimento al riguardo è stato assunto, ma che anzi la situazione si è ulteriormente aggravata.

La FP CGIL evidenzia nel dettaglio le carenze di organico ed organizzative del Reparto di Cardiologia/UTIC di Frosinone che risulta essere così strutturato:

  • 8 posti letto di UTIC
  • 22 posti di letto di Cardiologia

potendo disporre di un organico di infermieri pari a:

  • 21 unità turnisti H24
  • 3 unità che prestano attività solo mattutina
  • 1 unità addetta alla cardioversione elettrica
  • 3 unità addetti attività ambulatoriale

Tali dati dimostrano una strutturale e oggettiva difficoltà a coprire i turni H24 – potendo quindi contare esclusivamente su 21 unità – e il precipitare della situazione dovuta al periodo feriale. La scrivente Organizzazione Sindacale denuncia con forza i rischi a cui tale stato di cose espone i pazienti e gli infermieri addetti, che da troppo tempo vengono costretti a doppi turni di lavoro e a saltare i riposi per poter garantire l’assistenza che comunque non è quella prescritta dal Decreto Regionale U0090/2010, che prevede 2 infermieri per 4 posti letto!!

La FP CGIL fa presente che nonostante la volontà, l’impegno e lo spirito di sacrificio del singolo infermiere che viene messo a turno a fronte di 6 – 8 pazienti ad alta complessità assistenziale, la ASL di Frosinone non può certo pensare che tale organizzazione possa garantire la dovuta e necessaria assistenza e sicurezza dell’utente e del personale addetto.

A dimostrazione delle condizioni di lavoro ad alto rischio denunciate si precisa che nel Reparto di UTIC /Cardiologia vi sono infatti 6 posti letto con monitoraggio Ecografico continuo e 2 con monitoraggio visibile solo se l’infermiere è vicino al letto del paziente stesso: in altre parole questo vuol dire che un solo infermiere a turno non è messo in condizione di lavorare come dovrebbe.

Alla luce della gravità della situazione rappresentata, la FP CGIL di Frosinone sollecita la Direzione Strategica Aziendale ad intervenire concretamente sulle criticità peraltro da tempo segnalate, magari valutando anche la possibilità di limitare almeno nel periodo estivo l’attività ambulatoriale, di rivedere se sussistono in questo periodo le condizioni per avere personale non turnista o che si dedica a studi clinici.

La scrivente Organizzazione Sindacale evidenzia e puntualizza che la responsabilità e le eventuali conseguenze di tali carenze organizzative sono da imputare esclusivamente alla Direzione Strategica della ASL e al Responsabile della UOC Cardiologia/UTIC e mette in guardia tutti gli interessati che non consentirà certo che si cerchi magari di scaricarle sul personale infermieristico di tale Reparto.

FP CGIL Frosinone
Dr.ssa Beatrice Moretti

Menu