Alla Villa comunale la mostra di Francis Cox, nell’ambito della rassegna “L’arte visiva contemporanea”

Prosegue nel capoluogo la rassegna “L’arte visiva contemporanea” con la mostra di Francis Cox, “Un inglese in Ciociaria”. L’inaugurazione della mostra si terrà sabato 9 marzo alle ore 18 alla Villa comunale, dove resterà in visione fino al 24 di marzo, dal lunedì alla domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

Linea, colore e tono sono i tre elementi che Cox sceglie quali essenziali per la sua visione del mondo. E sono gli elementi determinanti della sua pittura del tutto originale, altro elemento che l’artista londinese ha sempre cercato di realizzare nell’arco della sua produzione. Ma i tre elementi non bastano a Cox, che tenta di associarli in modo armonioso, che dichiara la sua insoddisfazione, che sente la sua attività ancora priva di connessione logica. La rivelazione gli appare sul fiume, dove per dodici anni sulla chiatta ancorata a qualche chilometro da Parigi lavora e resiste al proprietario che con ogni mezzo cerca di sfrattarlo dallo studio per difficoltà economiche dell’artista.

Cox ha l’incarico di realizzare un quadro della piccola flotta di un’agenzia che noleggia barche, e si trova a contemplare l’inusuale motivo dell’altezza degli alberi aumentata dal loro riflesso sulla Senna e le variegate forme e i colori dei battelli ormeggiato sul fiume. “Le altezze ombreggiate – scrive Cox – che scendevano da lontano mi impressionavano per la loro unità, sembravano un singolo tono anche se, a causa dei colori brillanti dei battelli, non vi era ovviamente un solo colore. Feci un buon quadro per l’agenzia che mi ha pagato bene, ma io sono debitore nei loro confronti: quello studio mi fece trovare la connessione tra colore e tono”. Poi ad un certo punto della sua vita Cox giunge in Italia, esattamente a Veroli dove trova l’ambiente e i colori adatti alla sua ricerca. “E’ difficile immaginare – afferma Cox – un più grande cambiamento come quello dal fiume alla montagna e malgrado ci sia voluto del tempo per abituarmi al nuovo ambiente, sono stato attratto dai motivi nelle frequenti processioni e dalla Pantasema che, dopo l’ultimo giorno di vacanza, annuncia il ritorno dei giovani a scuola e all’università”.

“La mostra di Francis Cox apre la primavera. La primavera – afferma l’assessore alla cultura Gianpiero Fabrizi – il sole, la profonda bellezza dei colori di una terra splendida, forse mai compiutamente apprezzata da noi che pure vi siamo nati, che Cox cercava quando si è stabilito in Ciociaria. Appunto Un inglese in Ciociaria è il titolo decisamente appropriato della personale che si potrà apprezzare alla Villa comunale. Cox evidentemente ha apprezzato le qualità di questo territorio, tanto da trascorrere definitivamente a Veroli gli ultimi venti anni. Una città accogliente che, dopo averlo integrato, lo ha valorizzato pienamente dedicandogli una mostra permanente nel bellissimo museo La Catena”.

“La città di Frosinone – dichiara il sindaco Nicola Ottaviani – è onorata di ospitare la mostra di Cox, artista di fama mondiale che ha stretto un legame particolare e profondo con la Ciociaria. La presenza dell’opera di Cox, pittore che senza ombra di dubbio può essere annoverato tra i grandi dell’ultimo secolo, nel cartellone della kermesse ospitata nella Villa Comunale ci dà la misura dell’altissimo livello che L’arte visiva contemporanea sta toccando in questa sua terza edizione. Un ulteriore segnale della grande attenzione dimostrata da parte dell’amministrazione comunale verso la cultura”.

Menu