ALATRI – Melone: “La Giunta Morini spara con le tasse sulla cittadinanza, già piegata dalla crisi”

“Un Bilancio di soli aumenti di tasse. Dopo nemmeno un anno di governo, le belle promesse fatte in campagna elettorale, e ne ricordo almeno due “Meno tasse e più servizi per tutti” e “Alatri Rinasce”, sono state gettate nel cassonetto”.
Inizia così l’intervento del Consigliere del Pdl Giovanni Melone, che condanna senza appello la manovra finanziaria dell’Amministrazione Morini-Di Fabio.

“Le famiglie sono terrorizzate da tutti questi aumenti, hanno talmente paura che preferiscono tacere. Altro che complimenti per le politiche fatte che arrivano da ogni angolo della città. L’attuale Amministrazione Comunale di Alatri, poco propensa all’ascolto e alla vicinanza con la gente, di queste cose dovrebbe fare un’accurata analisi evitando le inutili ed eclatanti autocelebrazioni.

La città sta sprofondando sotto le macerie delle tasse e dell’immobilismo, mentre la Giunta sembra l’orchestra del Titanic. Strade a pezzi, degrado ovunque, periferia abbandonata, centro storico nel caos a causa di decisioni sconcertanti, ma soprattutto, il dato assurdo è stato l’aumento delle tasse. Servizio mensa, servizio scolastico, parcheggi, servizi cimiteriali, nettezza urbana, per non parlare dell’Imu e dell’Irpef, che ora i cittadini hanno conosciuto nella loro entità, visto che hanno pagato l’acconto della prima e della seconda casa.

In un momento così difficile le tasse non andavano aumentate, infatti noi, pur tra mille difficoltà e problemi, in cinque anni non abbiamo aumentato una sola aliquota. Morini e Di Fabio non hanno invece perso tempo, aumentando tutto quello che si poteva aumentare. In un anno la Giunta Morini ha aumentato tutto, fregandosene della città e delle famiglie, purtroppo già segnate gravemente dal peso della crisi e delle tasse. E’ vero, con Morini Alatri rinasce, ma di tasse e sprechi. Alla faccia delle chiacchiere e dei proclami”.

E’ quanto dichiara il Consigliere Comunale PdL, Giovanni Melone

Menu