CONTATTA LA NOSTRA REDAZIONE
venerdì 10 febbraio 2017 redazione@ciociaria24.net

73enne di Frosinone narcotizzato e rapinato da giovane rumena

Nella mattinata di ieri, nel corso di specifici servizi predisposti negli scali ferroviari, personale del Posto Polfer di Frosinone ha fermato ed identificato, nel piazzale antistante alla stazione del capoluogo due donne nate in Romania, rispettivamente di 32 e 28 anni. Mentre l’operatore Polfer stava verificando la posizione delle due romene tramite la banca dati Interforze, l’ufficio di Polizia Giudiziaria della Squadra Volante della Questura “intercetta” l’inserimento, in quanto sta indagando su una di loro.

La 28enne in modo particolare era ricercata perché gravemente indiziata del delitto di rapina ai danni di un anziano signore frusinate. L’uomo di 73 anni aveva, infatti, denunciato di essere stato narcotizzato, come da referto medico, e poi rapinato nello scorso mese di ottobre. Da accertamenti anche tecnici, acquisizione dei tabulati compresa, risulta che la 28enne aveva effettivamente contattato telefonicamente la “vittima” in diverse occasioni. Alla luce di quanto emerso, l’uomo è chiamato ad un’individuazione fotografica della sua rapinatrice, con esito positivo.

L’autrice dell’atto illecito, aveva agito con una complice, per cui gli agenti decidono di verificare anche la posizione dell’ altra connazionale di 32 anni, che nel frangente stava salendo sul treno direzione Cassino. Bloccata da personale della Polfer, viene condotta in Questura, per il riconoscimento fotografico: “è lei”. Il cerchio si stringe così attorno alle due donne, per le quali gli agenti procedono ad un fermo di Polizia Giudiziaria. Sussistendo gravi indizi di colpevolezza ed anche il pericolo di fuga, in quanto di fatto senza fissa dimora, il P.M. di turno della Procura della Repubblica di Frosinone dispone che le due romene venissero condotte presso la casa Circondariale di Rebibbia.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
Menu